VIDEO – Aliya Mustafina IN ESCLUSIVA: “Italia fantastica. Metto sempre la sesta marcia. E quanti sogni…dopo le Olimpiadi”. Con Serguei Oudalov interprete

Aliya-Mustafina.jpg

http://brightwallpapers.com/


Aliya Mustafina è stata in Italia per un paio di settimane. La Campionessa del Mondo 2010 all-around e Campionessa Olimpica 2012 alle parallele si è allenata a Fermo insieme alle Nazionali maschili di Italia e Russia.

Chiara Sani, compagna del sottoscritto in occasione della telecronaca per la tappa di Coppa del Mondo a San Paolo (quella della miglior prestazione mondiale stagionale alla trave, quella del rientro in pubblico di Lais Souza, quella delle vittorie di Flavinha e tanto altro) e volto molto noto della tv, l’ha intervistata in esclusiva per Nuova Rete con l’eccezionale aiuto di Serguei Oudalov, coach degli azzurri e di madre lingua russa.

 

Vi propongo il VIDEO, simpatico e divertente, accompagnato da una traduzione scritta delle dichiarazioni di Aliya.

 

 

Mi piace molto l’Italia. Qui c’è tutto: mare, sabbia, palestra per allenarsi. Va benissimo per questo periodo. Quando lascerò l’Italia mi mancheranno il mare e il sole, soprattutto perché a Mosca il tempo non è bello e non c’è il mare”.

Io ci metto sempre una sesta marcia, tante macchine (paragonate alle ginnaste, ndr) hanno la quinta. Questa è una caratteristica unica che deve uscire da te stessa, come un attore o un cantante. Questo è il segreto di Aliya Mustafina”.

“Ho preso una parte del carattere di mio padre lottatore. Sudo come una matta, entro in campo per combattere senza avere paura di nulla”.

L’importante è avere tanta voglia: se la hai, metti il tuo animo e il tuo carattere allora ce la fai. Dopo il mio infortunio al ginocchio tutti dicevano che non sarei mai tornata ad alti livelli e invece io ho dimostrato di poter tornare. Mi sono tolta la soddisfazione di superare tutti i miei limiti, di realizzare i miei obiettivi, non tanto per aver conquistato una medaglia”.

“La ginnastica deve presentare una bella donna. Quella forse è la mia arma in più e che mi contraddistingue”.

Mi aspetta una stagione molto impegnativa. Già ora abbiamo iniziato ad allenarci e prepararci alle tappe di avvicinamento alle Olimpiadi. Io a Glasgow devo presentare il mio programma per poi averlo al meglio a Rio 2016”.

Ho mille sogni. Per adesso li ho lasciati tutti nel cassetto. Mi concentro solo sulle Olimpiadi come se non ci fosse un domani. Tutto il resto l’ho accantonato per un attimo”.

 

Tag

Lascia un commento

Top