Tuffi, Giochi Panamericani 2015: Abel da paura, ma convince più il Messico

Jennifer-Abel-tuffi-foto-usa-today-sports.jpg

A Toronto sono terminate nella notte italiana le gare di tuffi valevoli per gli attesi Giochi Panamericani, il corrispettivo transoceanico della manifestazione europea andata in scena a giugno a Baku ma con valenza di rassegna continentale senior, e dunque con in palio pass olimpici per le finali individuali come a Rostock.

Ci si attendeva un netto dominio del Canada padrone di casa, soprattutto al femminile, e invece la nazionale della foglia d’acero ha conquistato meno ori (2) di quanti fossero potenzialmente alla portata (praticamente tutti e 4). Jennifer Abel, il talento più cristallino, è stata l’unica a non deludere le attese: trionfo nei 3 metri con il punteggio spaventoso di 384.70, frutto di voti sempre sopra il 7.5 con un doppio e mezzo avanti con due avvitamenti (coefficiente 3.4) pagato ben 86.70. La potente 24enne ha così ottenuto in anticipo il biglietto per Rio 2016 (che però ricordiamo essere tecnicamente per il paese e non per il singolo atleta) confermandosi la favorita per il podio mondiale e olimpico dietro – o addirittura alla pari? – alle cinesi. Pamela Ware – bronzo iridato in carica – si è messa al collo l’argento con 326 punti, un abisso dalla compagna di sincro.

Gli altri tre pass a Cinque Cerchi sono invece finiti al Messico, vero protagonista dell’evento con cinque medaglie d’oro. Ivan Garcia e Rommel Pacheco non hanno incontrato rivali rispettivamente da 10 e 3 metri: 521.70 punti per il primo, 483.35 (con due sbavature) per il secondo. La grande sorpresa è stata però firmata da Paola Espinosa, che con una gara da applausi ha beffato dalla piattaforma le favorite canadesi Roseline Filion (argento) e Meaghan Benfeito (bronzo). Per la centroamericana totale di 383.20 con in serie il triplo e mezzo rovesciato raggruppato (dd 3.4), tuffo che raramente si vede nelle competizioni femminili.

Filion e Benfeito, in pole position per una medaglia mondiale sia nell’individuale che nel sincro, si sono poi riscattate vincendo proprio la gara di coppia con 316.89 punti. Qui la medaglia d’argento è andata alle brasiliane Ingrid De Oliveira e Giovanna Pedroso, rispettivamente classe 1996 e 1998, le uniche a salire sul podio per la nazione che ospiterà le prossime Olimpiadi e godrà dunque di tutte le coppie sincro già qualificate alle finali a otto. Il punteggio totalizzato, tuttavia, non è elevato: 291.36. Al Messico i due sincro dal trampolino: se Jahir Ocampo e Rommel Pacheco (438.27) non hanno incontrato rivali come da pronostico, sarebbe stato difficile non pensare a un comodo successo di Jennifer Abel e Pamela Ware nella gara femminile. Invece le due canadesi, ancora non pulitissime fin dagli obbligatoriè una costante stagionale che a Kazan potrebbe tornare molto utile alle azzurre Cagnotto/Dallapè – si sono fermate a 298.23 punti sbagliando il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti conclusivo e cedendo il passo a Paola Espinosa e Dolores Hernandez (301.20). Infine ecco anche Cuba entrare nel medagliere: oro da 10 metri per gli affiatati Josè Guerra e Jeinkler Aguirre, già bronzo mondiale nel 2009 a Roma e fissi protagonisti quest’anno alle World Series. 439.14 il punteggio.

Qui il link ai risultati completi

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Usa Today Sports

Lascia un commento

Top