Tour de France 2015, Slongo e Nibali: “Proveremo a far qualcosa da lontano sulle Alpi”

Vincenzo-Nibali-Tre-Valli-2014-©-Gianluca-Santo.png

Quattordicesima tappa al Tour de France, arrivo molto difficile a Mende. Vittoria a sorpresa per il britannico Stephen Cummings della MTN Quebecka. Si muove qualcosa tra i big: ci prova Vincenzo Nibali, ma alla fine sono Quintana e Froome a guadagnare. Andiamo a vedere le dichiarazioni dei protagonisti raccolte dalla Rai.

Scarponi: “E’ la prima volta che affrontavo questa salita. Giornata tiratissima, è andata via la fuga, dietro c’è stata la corsa tra i primi della classifica. Abbiam preso la salita davanti per Vincenzo, aveva una buona gamba, è stato il secondo a scattare. Ci ha provato, poi ha perso qualcosa dai primi. Si poteva far qualcosa e qualcosa ha provato a fare: il Tour è ancora lungo. Ci proveremo”.

Cummings: “Ho aspettato gli ultimi chilometri. Bisogna saper gestire bene la corsa, ho fatto una cronometro nell’ultima parte di gara. Ho visto che Pinot era dietro di me, ho sentito molta fiducia quando l’ho sorpassato sulla destra. Ho sempre sognato di vincere una tappa al Tour, questo successo vale una carriera”.

Slongo: “Sulle Alpi le salite sono più lunghe e adatte a Vincenzo. Oggi ha esagerato nel rispondere a Quintana. E’ comunque una giornata positiva, ci inventeremo qualcosa nei prossimi giorni. Speriamo in un successo di tappa e proviamo a ribaltare la classifica da lontano”.

Nibali: “Sono stato tra i primi ad accelerare con Quintana, solo che sono andato fuori giri e ho dovuto andare su con il mio passo. Mi sarei aspettato qualche attacco prima da parte della Movistar. Un po’ alla volta si cerca di risalire, non è facile. Sarei voluto arrivare con gli altri, ma ho esagerato e ho pagato sul finale. Proveremo qualcosa sulle Alpi”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Gianluca Santo

Tag

Lascia un commento

Top