Tour de France 2015: seconda tappa, Utrecht-Zélande. Pericolo ventagli!

PROFIL1.png

Andrà in scena nel pomeriggio la seconda tappa per il Tour de France 2015, prima in linea dopo la breve cronometro iniziale ad Utrecht. La Grand Boucle resta in terra olandese e parte ancora una volta dalla quarta città per abitanti dei Paesi Bassi. 166 chilometri completamente pianeggianti per arrivare a Zélande, provincia dei Paesi Bassi situata nella parte sud-occidentale della nazione, composta da diverse ex-isole. Per la prima volta dunque il Tour de France arriva proprio “sul mare”.

Frazione che sulla carta può sembrare semplice, ma molto probabilmente lo si rivelerà tutt’altro. La pianura olandese (già vista al Giro d’Italia 2010) è piena di rischi da considerare. Il problema principale sarà di sicuro il vento: arrivando proprio sul mare potrebbero crearsi diversi ventagli, le squadre più attrezzate proveranno sicuramente a fare la differenza.

Probabile dunque la volata sul traguardo di Neeltje Jans, ma difficilmente arriverà un gruppo molto corposo. Da fare attenzione anche al traguardo volante di Rotterdam, fissato a metà gara: i velocisti vorranno raccogliere i primi importanti punti per la Maglia Verde. Si prevede una sfida tra Cavendish, Degenkolb, Sagan e Kristoff, con l’incognita riguardo le condizioni del francese Bouhanni, reduce dalla caduta al campionato nazionale. Dovrà stare attento l’australiano Rohan Dennis per difendere la propria Maglia Gialla in una tappa che potrebbe riservare delle insidie.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top