Tour de France 2015: nel vento vince Greipel, Cancellara in Giallo. Staccato Nibali

11219605_10152896694293247_3052223705434757903_n-e1449586074830.jpg

Vista l’altimetria ci si poteva aspettare una tappa tranquillissima, con un semplice arrivo in volata. Ovviamente tutti gli addetti ai lavori sapevano che non sarebbe stato così: la costa olandese fa le sue prime vittime con i suoi infiniti pericoli. Vento e pioggia sono i protagonisti della prima frazione in linea del Tour de France 2015. Ad imporsi è il tedesco André Greipel della Lotto Soudal grazie ad una volata concitatissima nella quale ha battuto per pochi millimetri Peter Sagan. Nuova Maglia Gialla Fabian Cancellara.

Solito scenario iniziale dalla partenza di Utrecht: neanche alzata la bandierina del via, scattano in quattro al chilometro zero. Perrig Quemeneur (Europcar), Jan Barta (Bora), Stef Clement (IAM) e Armindo Fonseca (Bretagne-Séché) i protagonisti della fuga iniziale. Il gruppo però non lascia spazio e, appena spira un leggero vento laterale, va all’attacco la Tinkoff-Saxo: Bennati e Tosatto scortano Contador in modo super e il gruppo si spezza in più tronconi. I chilometri dal traguardo però sono troppi e il plotone decide di rallentare. Superato il traguardo volante di Rotterdam, raggiunta la fuga e approcciata la costa però il gruppo ha deciso di non scherzare più. Andatura altissima per Etixx, BMC e Tinkoff Saxo che riescono a spezzare il gruppo. Si staccano in rapida successione molti dei big: prima Purito Rodriguez, poi Alejandro Valverde con Nairo Quintana ed infine la maglia gialla Rohan Dennis, Vincenzo Nibali e Thibaut Pinot. Le compagini dei corridori nella retroguardia riescono però ad organizzarsi e a limitare i danni. Ai -25 chilometri dal traguardo altro inconveniente per il vincitore del Tour 2014: lo Squalo fora la ruota posteriore ed è costretto a fare uno sforzo in più per rientrare. L’altissimo valore dei corridori al comando però è riuscito a far guadagnare secondi a Contador, Froome e Van Garderen, abilissimi a restare in testa con i propri compagni di squadra.

La Etixx non è riuscita però a concretizzare il suo lavoro: volata partita troppo lunga e Cavendish deve accontentarsi del quarto posto. A sprintare è un grandissimo André Greipel (Lotto Soudal) davanti a Peter Sagan (Tinkoff-Saxo) e Fabian Cancellara (Trek) che grazie agli abbuoni conquista la Maglia Gialla. Quasi un minuto e mezzo il ritardo del gruppo Nibali.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FB Giro d’Italia

Lascia un commento

Top