Tour de France 2015, le pagelle: Nibali da solo, Froome e Contador ok. Festa Greipel e Cancellara

Vincenzo-Nibali-1-Tre-Valli-2014-©-Gianluca-Santo.jpg.png

Primo snodo importante nel Tour de France 2015. La seconda tappa scava subito distacchi in classifica generale con i big divisi da vento, pioggia e cadute. Successo per André Greipel e maglia gialla per Fabian Cancellara in una giornata che vedo tanti vincitori ma anche tanti vinti. Le pagelle.

GREIPEL André, voto 9.5: forse il più sottovalutato tra i velocisti, dopo una primavera di alto spessore al Nord il Tour de France lo ritrova vincente già dalla prima volata. Esce molto bene dai ventagli con tutta la squadra e quando si tratta di scatenare i cavalli per strada non lascia scampo agli avversari, precedendo per un soffio Peter Sagan.

SAGAN Peter, voto 8.5: sfortunato, perde per una manciata di centimetri. La sua corsa non è facile, perchè prima aiuta i compagni nello scortare Contador, poi è costretto ad inseguire per una foratura. Nel finale, probabilmente, sono queste energie che lo separano da una possibile vittoria.

CANCELLARA Fabian, voto 8: per l’ennesima volta in carriera veste la maglia gialla. Nel prologo ci va solo vicino, oggi con il terzo posto nella volata del gruppetto di testa prende gli abbuoni che gli permettono di superare Tony Martin, mentre Rohan Dennis era staccato. Condotta di gara attenta che lo porta ad ottenere un ottimo risultato.

CAVENDISH Mark, voto 7: in una volata del genere, da lui, ci si attende solo la vittoria. Eppure Mark Renshaw esce troppo presto per pilotarlo, lasciandolo al vento quando mancano ancora troppi metri a dividerlo dallo striscione d’arrivo. Il folletto dell’Isola di Man è protagonista di un’ottima volata, e da qui il voto, ma la preparazione alla stessa non è stata eccelsa. Renshaw è oggi la pecora nera (voto 5) di una squadra che ha lavorato in maniera perfetta (molto bene Martin, Kwiatkowsky e Stybar) anche per Rigoberto Uran (voto 7.5).

OSS Daniel, voto 7: dimostra di sapersi muovere bene in situazioni da classica e chiude in quinta posizione. In volata non può fare meglio mail suo è un ottimo risultato.

FROOME Chris, voto 8: il migliore tra gli uomini di classifica, pur senza far sprecare energie preziose ai compagni di squadra. Si limita ad amministrare a mantenersi nelle prime posizioni del gruppo, rimanendo sempre davanti quando si alza il vento. Ottima iniezione di fiducia e primo ostacolo superato nel migliore dei modi.

CONTADOR Alberto, voto 8: perde 4” da Froome ma poco importa. Il Pistolero c’è e la squadra anche con i soliti Bennati e Tosatto a scortarlo nelle situazioni più complesse.

VAN GARDEREN Tejay, voto 8: molto bene sia lui che la BMC. Resta davanti e guadagna su diversi avversari diretti.

NIBALI Vincenzo, voto 5: una giornata non certo fortunata, ma non si possono dare le colpe solo alla dea bendata. L’Astana lascia il capitano isolato troppo pesto, poi è lo stesso Nibali a rimanere intruppato dopo una caduta e a perdere il treno gusto per stare con Froome e Contador. È attesa una reazione già da domani dopo il minuto e mezzo perso oggi da Froome.

QUINTANA Nairo, voto 4,5: tra i big è il primo a staccarsi e non sembra neanche eccessivamente quadrato. Dopo la cronometro di ieri, pessima prestazione salvata dal vento che ha penalizzato gli avversari, è il secondo segnale di difficoltà che lancia. Anche lui già domani potrebbe provare qualcosa prima del pavé che potrebbe metterlo seriamente in difficoltà.

KRISTOFF, DEGENKOLB voto 5: dopo aver vinto rispettivamente Fiandre e Roubaix dovrebbero trovarsi a loro agio con queste condizioni, invece rimbalzano e arrivano nel gruppetto di Nibali. Entrambi puntano alla maglia verde, ma Sagan (il favorito per questo riconoscimento) è già un passo avanti.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Lascia un commento

Top