Tour de France 2015, le pagelle: Bardet, c’est magnifique! Movistar senza mordente

CDQVaQWW0AAn5bO1.jpg

Si va verso la fine del Tour de France 2015. E fa festa la Francia nella 18esima tappa, con arrivo a Saint-Jean-de-Maurienne. Di seguito le pagelle di una frazione che non ha riservato sorprese in ottica classifica generale, dando però alcune indicazioni importanti.

BARDET Romain, voto 9.5: un corridore polivalente. Fa forte in salita, pur non essendo il miglior Bardet di sempre, e vola letteralmente in discesa dal Col du Glandon. Sull’ultima salita riesce a respingere tutti gli avversari e si invola verso il traguardo per cogliere una vittoria splendida. Entra tra i migliori 10 nella generale e potrebbe crescere ancora. In futuro potrebbe fare grandi cose considerando che ha 24 anni e grinta da vendere. La classe, poi, non manca.

ROLLAND Pierre, voto 8: si deve accontentare del secondo posto. Un Tour molto altalenate per lui che non riesce a trovare continuità. Oggi poco da fare con questo Bardet.

ANACONA Winner, voto 7.5: sul Glandon scollina con Bardet ma non riesce a tenerlo in discesa. Ricorda comunque di avere qualità importanti.

FUGLSANG Jakob, voto 7.5: perde il momento buono sul Glandon per una caduta causata da una moto e da uno scarto troppo improvviso. Probabilmente sarebbe stato l’avversario più importante di Bardet.

FROOME Chris, voto 6,5: per la prima volta sembra pagare qualcosa sul Lacets de Montvernier, ma nessno lo attacca seriamente. Potrebbe essersi gestito ma le sensazioni non sono delle migliori.

MOVISTAR, voto 4: Quintana è a 3′ da Froome che non sembra più quello straripante di inizio Tour e la squadra spagnola non prova ad attaccarlo. Valverde si preoccupa solo degli inseguitori (e chiude su Nibali) ma rimbalza in cima al Glandon. Con una bella discesa rientra ma la formazione spagnola sta deludendo per la poca volontà di ribaltare la situazione. restano due tappe per attaccare la maglia gialla. A meno che Quintana non voglia provare a rifilare 3′ a Froome sui Campi Elisi….

CONTADOR Alberto, voto 7: le gambe non girano al meglio, ma quantomeno ci prova sul Glandon. In classifica è lontano ma vuole lasciare il segno su questo Tour.

NIBALI Vincenzo, voto 6,5: poco sensati gli attacchi, portati sempre ad una manciata di metri dai GPM. Da rivedere e valutare nei prossimi giorni. Importante provare a vincere, seriamente, una tappa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Profilo twitter Movistar

Lascia un commento

Top