Tour de France 2015, i velocisti: Cavendish-Greipel-Degenkolb in prima fila

Greipel-profilo-twitter-Lotto-Belisol.jpg

Nonostante il quasi certo forfait di Nacer Bouhanni e il percorso che si prefigura alquanto impegnativo, al Tour de France 2015 non mancheranno alcuni dei più noti e vincenti velocisti del ciclismo globale: non potrebbe essere altrimenti, visto il prestigio emanato anche solo da un singolo successo di tappa in questa corsa.

Mark Cavendish è ovviamente in pole position: dall’alto delle sue venticinque vittorie parziali alla Grande Boucle (e dei tredici in stagione), Cannonball sarà lo spauracchio numero uno per qualsiasi altro sprinter, aiutato da una Etixx-Quick Step che pure, rispetto al passato, cercherà di sdoppiarsi per curare la classifica di Rigoberto Urán e l’iridato Michal Kwiatkowski, il quale andrà a caccia di gloria in giornate di media intensità. Il Gorilla André Greipel, uscito molto bene dal Giro d’Italia, rientra a pieno titolo nella prima fila assieme, ovviamente, a quel John Degenkolb che cercherà di proseguire sulle strade di Francia la magica stagione nella quale ha già vinto alla Sanremo e alla Roubaix.

Dopo un avvio discutibile, è invece in decisa crescita di forma Peter Sagan, per quanto la priorità numero uno della Tinkoff-Saxo sarà ovviamente quella di tutelare Alberto Contador e dunque lo slovacco potrebbe doversela cavare da solo in più di un’occasione. Forma crescente anche per Alexander Kristoff, il campione norvegese splendido vincitore del Giro delle Fiandre e di recente a segno, proprio come Sagan, al Giro di Svizzera: tra i nomi di spicco, però, non si può trascurare Michael Matthews, anche perché la sua Orica-Greenedge come al solito non avrà interessi di classifica, sebbene nella formazione australiana siano da osservare con notevole attenzione i fratelli Yates. Arnaud Dèmare (Fdj) viene invece da alcuni mesi non eccessivamente positivi sul piano dei risultati, ma il suo nome non può essere scartato in partenza.

Bryan Coquard (Europocar), Ramunas Navardauskas (Cannondale-Garmin) e l’eterno Tyler Farrar (Mtn-Quebeka) sono da considerare i primi outsider ai fuoriclasse appena citati, mentre in casa Italia le chance di far bene negli sprint saranno affidate principalmente al blufucsia Davide Cimolai (Lampre-Merida). 

foto: profilo Twitter Lotto Belisol

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

 

Lascia un commento

Top