Tour de France 2015, DIRETTA LIVE dell’ottava tappa: affondo vincente di Vuillermoz, staccato Nibali

rodrigeuz.jpg

Dopo una giornata di calma piatta, il Tour de France 2015 ritorna ad infiammarsi con l’ottava tappa, da Rennes a Mûr-de-Bretagne. 181km che potrebbero rappresentare un altro snodo cruciale in una Grande Boucle, fin qui, già ricca di spunti grazie ad una prima settimana palpitante e mai banale, tra vento, pavé e cadute. E anche la Bretagna, in questo senso, potrebbe non astenersi, in virtù degli ultimi 2km caratterizzati dal cattivissimo muro bretone (pendenza media del 6,9% e una massima del 10). Pane per scattisti (occhi puntati su Purito Rodriguez, senza dimenticare Peter Sagan) ma chissà che non possano muoversi anche gli uomini di classifica. Per non perdervi nemmeno un’emozione, seguite con noi la Diretta Live di una giornata imperdibile!

La presentazione della tappaLa classifica generale Sagan per la Maglia Gialla

Clicca F5 per aggiornare la pagina

Per oggi è tutto. L’appuntamento è per la Diretta Live di domani, in cui seguiremo l’attesa cronometro a squadre di 28km.

17.22: ordine d’arrivo. Vuillermoz-Martin-Valverde-Sagan-Gallopin-Van Avermaet. Pessimo segnale da Vincenzo Nibali, che ha perso le ruote dei migliori nel momento dell’attacco di Vuillermoz

17.20: Alexis Vuillermoz va a vincere! Il corridore dell’AG2R trionfa sul Mur-de-Bretagne. Daniel Martin secondo, la volata del gruppetto è di Valverde. Nibali perde circa 5″ da Froome

17.19: in difficoltà Vincenzo Nibali che si stacca! a 500 metri parte Daniel Martin! Ma Vuillermoz è ancora davanti

17.19: frullata di Froome, ma Vuillermoz rilancia e riparte!

17.19: è Froome in prima persona a tappare il buco

17.18: Simon Yates, Vuillermoz e Simon Geschke provano ad avvantaggiarsi quando manca 1km!

17.17: la Sky controlla, Nibali sta risalendo e intanto c’è il primo attacco di Nerz (Bora), seguito da Vuillermoz (Ag2r)

17.17: Purito Rodriguez sceglie la ruota di Froome. Alla ruota dello spagnolo, poi, c’è Sagan

17.16:svolta a destra, 2km alla fine e inizia il Mur-de-Bretagne!

17.15: si è disunita nuovamente l’Astana. Vincenzo Nibali non è in posizione ottimale per approcciare il muro

17.15: anche la Katusha e l’Orica GreenEDGE si fanno vedere al comando. 3km alla fine! Ma c’è la Sky ora

17.14: ora anche la Tinkoff davanti, finale concitato in cui nessuna squadra riesce davvero ad imporsi. Ci prova la squadra di Sagan

17.13: 4km al traguardo, anche gli uomini della IAM davanti

17.12: si conclude il lavoro di Andre Greipel. La maglia verde si stacca. Ora Daniel Oss a fare il forcing in testa al gruppo, 5km al traguardo!

17.10: la BMC si conferma una squadra compatta ed estremamente unita in pianura. Prova a risalire il gruppo anche la Europcar

17.09: ripresi anche Golas e Bak. In testa c’è l’intera BMC con il solito Quinziato. 7km al traguardo, 5 all’inizio del muro

17.07: ripreso Huzarski a 9km dalla fine. C’è anche il blocco Astana davanti

17.06: cambia la situazione davanti. Su un piccolo strappetto, Huzarski cede e restano in avanscoperta soltanto Golas e Bak. Il vantaggio dei due, però, è di soli 16″ ora

17.05: caduta nella parte finale del gruppo. Coinvolti un uomo della Cofidis e uno dell’Ag2r. Intanto, la Tinkoff ha preso l’iniziativa in testa al plotone

17.03: a 12km dal traguardo la fuga non cede e i Cannondale non rosicchiano più secondi ai battistrada. Sempre poco più di 30″ il vantaggio dei tre

16.58: i tre battistrada non si arrendono. 15km al traguardo e ancora 32″ di vantaggio per i tre lottatori. La Cannondale non riesce a coprire il buco

16.54: scende a 30″ il vantaggio di Huzarski, Golas e Bak quando mancano 19km al traguardo, 17 all’inizio del Muro finale

16.50: prende in mano le redini del gruppo il Team Sky della Maglia Gialla, Chris Froome. E il vantaggio comincia a crollare

16.49: 23km alla fine, 50″ di vantaggio per la fuga. Il gruppo, ora, sembra aver aumentato il ritmo

16.46: lavora anche la maglia verde Andre Greipel per il capitano odierno della Lotto-Soudal, Tony Gallopin

16.43: l’accordo tra i tre attaccanti è totale, per il momento il vantaggio è sempre intorno al minuto ma non sembra destinata ad arrivare in porto questa fuga

16.38: 31km al traguardo attesissimo di Mûr-de-Bretagne. Lo ricordiamo, si tratta di un Gpm di terza categoria di 2km al 6,5% di pendenza media, con una pendenza massima del 10%

16.36: sembra essersi stabilizzato intorno al minuto il vantaggio di Huzarski, Bak e Golas

16.32: 35km al traguardo, poco più di un minuto il vantaggio dei tre battistrada. Il gruppo è sempre tirato dalla Cannondale di Daniel Martin

16.23: sale a 1’11” il vantaggo di Huzarski, Bak e Golas

16.11: 53” il vantaggio del trio al comando. In gruppo tira sempre la Garmin Cannondale: possibile una stoccata finale di Dan Martin?

16.04: parte un’altra fuga. In tre al comando: Lars Bak (Lotto Soudal), Bartos Huzarski (Bora Argon) e Michael Golas (Etixx QuickStep). In testa al gruppo la Garmin Cannondale.

15.55: ci prova in contropiede il campione del Mondo Kwiatkowski. Diverse squadre a tirare in testa al gruppo.

15.51: in seguito al traguardo volante si crea un gruppetto di oltre dieci uomini davanti al plotone Maglia Gialla che prova a reagire.

15.48: sfida tutta tedesca nello sprint intermedio per quanto riguarda il gruppo. Greipel consolida la sua Maglia Verde battendo Degenkolb. Poi Cavendish e Sagan.

15.35: transita sul primo GPM di giornata la fuga. A conquistare l’unico punto sul Col du Mont Bel-Air è Romain Sicard. A 2′ il gruppo Maglia Gialla.

14.56: ancora fase stabile in corsa. Sempre sui 3′ il vantaggio dei quattro fuggitivi. Ci avviciniamo ad una fase importante della tappa: in rapida successione il primo GPM di giornata (quarta categoria) e il traguardo volante.

14.41: 112 chilometri al traguardo. Sui 3′ il vantaggio della fuga sul gruppo.

14.28: 2’13” il vantaggio dei fuggitivi. Ricordiamo la composizione della fuga: Bartosz Huzarski (Bora-Argon 18), Sylvain Chavanel (IAM Cycling), Romain Sicard (Europcar) and Pierre-Luc Périchon (Bretagne)

14.09: ritmo decisamente sostenuto in questa prima ora di gara. La media è stata di 42.2 km/h

13.54: il gruppo continua a lasciare spazio alla fuga ma senza farle prendere un vantaggio eccessivo. 2’50” il distacco dai battistrada dopo 33km

13.47: oltre al Mûr-de-Bretagne, segnato come Gpm di terza categoria, i corridori dovranno affrontare anche un Gpm di quarta categoria, il Col du Mont Bel-Air (1,5km al 5,7% di pendenza media a 81km dall’arrivo)

13.41: la Lotto-Soudal prova a fare l’andatura, il vantaggio scema leggermente e si stabilizza intorno ai tre minuti e mezzo dopo una ventina di chilometri

13.23:Bartosz Huzarski (Bora-Argon 18), Sylvain Chavanel (IAM Cycling), Romain Sicard (Europcar) and Pierre-Luc Périchon (Bretagne) hanno quasi quattro minuti di vantaggio sul gruppo

13.1: sembra delinearsi una prima fuga. All’attacco Chavanel (IAM), Huzarski (Bora), con Sicard (Europcar) e Périchon (Bretagne) ad inseguire a 12″. Gruppo a 50″

13.08: tanti scatti in questi primi 5 chilometri, ma il gruppo lascia pochi spazi

13.04: iniziata la tappa. Subito un uomo della Bretagne all’attacco

Ore 12.41: la tappa comincerà alle alle 13.00.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Tag

Lascia un commento

Top