Tour de France 2015: Chris Froome è davvero imbattibile?

Chris-Froome-FB-Team-Sky.jpg

È ormai passato oltre metà del Tour de France 2015. E Chris Froome, in maglia gialla, ha quasi 3′ di vantaggio su Tejay Van Garderen, suo più immediato inseguitore in classifica generale. Si può dire, a poco più di una settimana dal termine della corsa, che l’inglese del Team Sky abbia già in tasca il successo finale? 

Sotto un certo punto di vista, il finale della corsa sembrerebbe ormai scritto. Froome sembra attualmente il più forte atleta in corsa affiancato dalla squadra più forte. Può contare su Richie Porte e Geraint Thomas, tra i migliori in salita, oltre che da una batteria di compagni sempre al suo fianco anche dai tratti pianeggianti delle tappe. Sulla salita secca è in grado di offrire la prestazione pura migliore, ma a lungo andare possono uscire alcuni difetti del keniano bianco. 

Froome, anche nel Tour de France del 2013, ha pagato la terza settimana di gara, andando in calando e non riuscendo più ad offrire prestazioni all’altezza di quelle messe in luce nei primi 15 giorni di corsa. E con le Alpi in vista, questo potrebbe essere un grave handicap. Anche perchè, se sulla salita secca Froome non sembra avere rivali, le cose potrebbero cambiare in tappe più impegnative e con più salite in serie, con gli avversari, come visto anche a Plateau de Beille, molto più vicini.

L’ultimo ostacolo, per Froome, potrebbe essere Froome stesso: spesso accusato di essere un computer capace solo di seguire un copione, è uscito un nuovo lato dell’inglese, molto più anarchico e capace di infrangere le regole e, dal nulla, decidere di attaccare per fare la differenza. Se dovesse esagerare, forse anche per eccesso di sicurezza, questa potrebbe rivelarsi come un’arma a doppio taglio che potrebbe aprire varchi e spiragli per i suoi avversari.

Per quanto fortissimo, Froome non ha ancora messo in ghiaccio il Tour de France. In particolar modo nel momento in cui gli avversari si chiamano Nairo Quintana e Alberto Contador, capaci negli ultimi anni di ribaltare situazioni critiche nei momenti meno attesi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Pagina Facebook Team Sky

Lascia un commento

Top