Tour de France 2015: bentornato, Vincenzo!

Vincenzo-Nibali-1-Tre-Valli-2014-©-Gianluca-Santo.jpg.png

Vincenzo Nibali è tornato. La tappa di oggi al Tour de France 2015, da Rodez a Mende, ci ha riconsegnato il guerriero che negli ultimi anni aveva infiammato i cuori di tutti gli appassionati. È stato un piccolo scatto, che poi non ha portato l’azzurro al risultato sperato.

Rivedere Nibali alzarsi sui pedali tra Froome, Quintana e Valverde fa bene a lui e al movimento italiano. Dopo una prima parte di Tour molto difficile, con l’unica eccezione della tappa del pavé, nelle ultime uscite le prestazioni di NIbali sono andate via via migliorando. Oggi, per la prima volta, ha mostrato un cambio di ritmo da non sottovalutare e la capacità di lavorare e di soffrire anche ad alte andature.

Nelle tappe che mancano fino a Parigi, dove un anno fa si era conclusa la sua favola, Nibali difficilmente potrà puntare ad un podio finale, ma anche un posto tra i migliori 5 nella generale potrebbe essere alla sua portata se la crescita di condizione evidenziata lo sorreggesse sulle salite alpine. Sarebbe importante, anche, vincere o provare a vincere una tappa, dimostrando a se stesso in primis e successivamente a tifosi e addetti ai lavori di valere i big del ciclismo mondiale con cui non ha potuto confrontarsi nella vittoria del 2014.

Quantomeno come grinta, NIbali sembra tornato. Ora si tratta di trasformare questa nuova consapevolezza in risultati di prestigio. Nel contempo, l’Italia può godersi un campione che sembra ritrovato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Tag

Lascia un commento

Top