Tour de France 2015, 19^ tappa: Saint Jean de Maurienne – La Toussuire. Nibali e Contador all’attacco

toussuire.png

Nel cuore del decisivo settore alpino, la diciannovesima tappa del Tour de France 2015 si caratterizza per la distanza breve e la durezza del percorso.

Solo 138 km, infatti, da Saint-Jean-de-Maurienne a La Toussuire: di questi, giusto una ventina di chilometri possono definirsi pianeggiante. La partenza dal paese non troppo distante dal Frejus è già in salita verso il Col du Chaussy: i 15.4 km al 6.3% potrebbero colpire a freddo non tanto per la difficoltà, ma proprio per il fatto di dover essere affrontati subito dopo lo start, senza nemmeno un metro per prendere il ritmo. Scesi verso La Chambre, ecco la pausa pianeggiante poc’anzi accennata fino a Saint-Rèmy-de-Maurienne: poco più avanti si prende, per la prima delle due giornate consecutive, l’infernale Croix de Fer, ben 22 km di ascesa al 6.9% con un paio di tratti attorno al 10% e la possibilità di rifiatare solamente nelle ultime centinaia di metri, ormai sopra quota 2000, con una dolce spianata.

La seguente picchiata verso Saint-Sorlin-d’Alves termina con l’immediata risalita alla Mollard, definito un seconda categoria solamente per la lunghezza (“appena” 5.7 km) e non per una pendenza media del 6.8% che potrebbe fare male a molti dando magari la chance di lanciarsi all’attacco: siamo infatti a 35 km dal traguardo e, dopo la discesa nuovamente verso Saint-Jean-de-Maurienne, la lunga scalata verso La Toussoire porterà i corridori alla linea d’arrivo. La nota stazione sciistica verrà raggiunta con 18 km al 6.1%: più duri i tremila metri iniziali, dove si scende raramente sotto il 9%, più agevoli i 2 km finali, tra il 4 e il 5%. 

Una tappa che si adatta per lunghe fughe da lontano ricca di scalatori fuori classifica che cercheranno la vittoria di tappa: qualora gli uomini di classifica dovessero rimanere senza compagni di squadra al termine del Col de la Croix du Fer, si potrebbe profilare grande spettacolo negli ultimi 60 km. Froome sembra imbattibile, ma si anima la corsa per il podio con il duo Movistar, composto da Quintana e Valverde, mentre proveranno a rimontare posizioni nella generale Vincenzo Nibali e Alberto Contador.

Foto: le Tour

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersi

Lascia un commento

Top