Tennis, Wimbledon 2015: tutto sulla prima settimana, dai ko di Nadal e Kvitova, alle conferme dei big e di un’Italia deludente

Petra-Kvitova-Tennis-Wikipedia.jpg

Domenica di riposo a Wimbledon e si può fare un bilancio sulla prima settimana sull’erba londinese. Non sono mancate di certo le sorprese, con le clamorose eliminazioni di Nadal e Kvitova, ma anche le conferme dei big come Djokovic e Federer e purtroppo anche quella di un’Italia molto deludente e che non riesce davvero ad adattarsi a questa superficie.

Cominciamo proprio dai colpi di scena di questa settimana. In ordine cronologico il primo arriva dal tabellone maschile dove ad uscire di scena è Rafa Nadal, sconfitto al secondo turno dal tedesco Dustin Brown, specialista dell’erba e che fa del gioco d’attacco, a volte anche un “po’ pazzo”, il suo punto di forza. Torniamo comunque al maiorchino, che certamente sta attraversando il momento più difficile della sua carriera e che ancora una volta saluta quasi subito i Championships. Rafa è in crisi e soprattutto fisicamente non sembra più essere lo stesso: il suo gioco molto fisico è stato certamente penalizzato dai numerosi infortuni avuti in questi ultimi due anni.

Passiamo al torneo femminile, che dopo aver perso subito Halep e Bouchard, ha vissuto ieri la clamorosa eliminazione della campionessa uscente. Petra Kvitova sembrava indirizzata verso una comoda finale, ma dello stesso parere non era certamente Jelena Jankovic, protagonista di una grandissima vittoria al terzo set. Nella parte bassa del tabellone ora si aprono grandi spiragli ed è un’occasione per molte giocatrici, da Wozniacki a Radwanska, senza dimenticare Bacsinzsky o Safarova.

L’uscita di scena di Petra Kvitova non fa altro che aumentare i favori del pronostico verso Serena Williams, ma la numero uno del mondo non avrà certamente vita facile in questa seconda settimana. Una sconfitta, che comunque Serena ha già rischiato di subire contro Heather Watson, che ha sfiorato la vittoria più importante della sua carriera.
Adesso per l’americana ci sarà il derby con la sorella Venus e poi sulla carta la super semifinale contro Maria Sharapova, che in questo momento sembra poter essere una finale anticipata.

Sarà una sfida a tre nel torneo maschile ed è quasi impossibile che il nome del vincitore non esca dal seguente trio: Djokovic-Federer-Murray. Per ora un torneo quasi impeccabile per loro con il serbo unico a non aver perso ancora un set. Non bisogna comunque dimenticarsi di Stan Wawrinka, capace di sorprendere tutti già al Roland Garros e che si sta trovando benissimo sull’erba di Londra.

La settimana appena passata purtroppo ha confermato il disastroso rendimento dell’Italia sull’erba. Ieri sono usciti anche gli ultimi due azzurri: Andreas Seppi ha lottato contro Murray e lo ha anche impensierito per lunghi tratti del match, mentre Camila Giorgi ha deluso ancora una volta, venendo spazzata via dalla Wozniacki.

Fabio Fognini ha sprecato probabilmente un’occasione irripetibile, perdendo al secondo turno con il canadese Vasek Pospisil. Pensare che ora il nordamericano affronterà agli ottavi il serbo Troicki. Purtroppo il ligure ha confermato la sua poca attitudine all’erba, ma un’eliminazione così prematura resta una grande delusione.
L’arrivo agli ottavi di finale di Zarina Diyas rivaluta la sconfitta prematura di Flavia Pennetta, che ha comunque lottato con la kazaka; mentre chi ha sfiorato l’impresa è stato Simone Bolelli, sconfitto al quinto da Kei Nishikori, con la successiva beffa del ritiro del giapponese nel turno successivo. Purtroppo l’erba è stata indigesta anche per Sara Errani, complice i soliti problemi di forza della bolognese.
Adesso non ci resta che sperare nel torneo di doppio dove la coppia Vinci-Knapp e Flavia Pennetta insieme alla Hsieh sono agli ottavi di finale. Una minima e piccolissima consolazione.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

Foto da Wikipedia

andrea.ziglio@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top