Tennis, Stakhovsky omofobo: “Nell’ATP non ci sono gay, la metà delle donne lesbiche”

Stakhovsky-Tennis-Pagina-FB-Stakhovsky.jpg

Il tennista ucraino Sergiy Stakhovsky, attualmente al numero 49 del ranking mondiale, potrebbe essere sanzionato dopo alcune dichiarazioni a sfondo omofobo rilasciate ad un organo della stampa ucraina. Secondo Stakhovsky, non ci sarebbero omosessuali nell’ATP, almeno tra i migliori del mondo: “Non posso mettere la mano sul fuoco sui giovani emergenti, ma nella top 100 dell’ATP non ci sono gay. Altrimenti lo sapremmo, è un circuito chiuso. Tra di noi, c’è un ambiente normale”. Diversa, sempre secondo Stakhovsky, la situazione della WTA: “Quasi la metà delle giocatrici sono lesbiche. Sicuramente non manderei mai mia figlia a giocare a tennis”. Sia l’ATP che la WTA si sono espresse contro le dichiarazioni dell’ucraino, in attesa di una possibile penalità.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina FB Stakhovsky

Tag

Lascia un commento

Top