Superbike: Max Biaggi a Sepang per stupire

Max-Biaggi-Fabio-Bosi.jpg

Il caldo e torrido clima di Kuala Lumpur (Malesia) ospiterà, nel prossimo week-end, il Mondiale di Superbike, sull’ormai celebre tracciato di Sepang, per il suo decimo atto. Il round malese offre tanti spunti, dalla conquista del titolo di Jonathan Rea alla crescita della Ducati Panigale-R. Tuttavia, le luci della ribalta saranno, soprattutto, per il ritorno in sella di Max Biaggi, in sella all’Aprila RSV4 ufficiale, per divertirsi e replicare le ottime prestazioni offerte a Misano.

Inutile negarlo. Il ritorno di Max ha risvegliato un ambiente un po’ assopito dalla egemonia Kawasaki di questo 2015 e dai problemi delle Case rivali nel contrastarla. Non è un caso, che le prime due posizioni del campionato siano occupate dai piloti delle “verdone” e Rea abbia chance di poter chiudere, fin da questo appuntamento, i giochi iridati. Serviva un colpo di scena per ridestare un po’ tutti ed infatti ecco “Il Corsaro”. Biaggi sulla pista dedicata al povero Marco Simoncelli ha dato spettacolo, dimostrando ancora tanta velocità e coraggio nel proprio polso destro. I due sesti posti per un pilota lontano dall’attività agonistica da anni ha suscitato la curiosità degli appassionati e, chiaramente, infiammato i cuori dei tifosi del romano.

Il fine settimana di Sepang, pertanto, riproporrà nuovamente Max alla guida ma con quali prospettive? Di sicuro, l’obiettivo sarà continuare a stupire e lavorare, alla ricerca del miglior set-up. Un assetto che, sfortunatamente per il driver italiano, non è stato possibile verificare al 100% nei test che la Casa di Noale aveva organizzato ad hoc sul circuito in Malesia. La pioggia e qualche problema tecnico hanno impedito al team di provare tutte le regolazioni da apportare alla moto, in relazione alla guida di Biaggi. In questo senso, il week-end potrebbe essere più complicato del previsto ma, come dichiarato dal campione romano, resta intatta la fiducia: Sono stati test sfortunati, purtroppo. Per ben 3 giorni dei 4 disponibili abbiamo trovato pioggia. Non mi sono fatto mancare nemmeno una scivolata e abbiamo avuto anche un paio di problemi tecnici che ci hanno rallentato nel lavoro, però queste cose fanno parte delle corse. Speriamo di essere più fortunati la prossima settimana. Sepang rimane sempre un circuito affascinante, l’unico neo è che ho trovato l’asfalto piuttosto sconnesso rispetto a come me lo ricordavo”.

Non resta quindi che aspettare il responso della pista, come al solito, e goderci lo spettacolo di un grande campione che ha ancora tanta voglia di sorprendere e andar forte su una moto da corsa. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: fonte Fabio Bosi

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top