Pallanuoto, A1: rivoluzione in casa Pro Recco. Resterà l’armata vincente?

17647_839448019463626_7384479620613556177_n1.jpg

Giorni di rivoluzione in casa Pro Recco, nonostante una stagione perfetta nella quale la compagine ligure è riuscita a vincere tutto il possibile (triplete con Champions League, Scudetto e Coppa Italia). Un giocattolo perfetto quello recchelino, sempre vincente nell’ultimo decennio in Italia e spesso e volentieri ad altissimo livello anche in Europa.

Il rapporto tra la squadra e l’ex allenatore non è mai stato eccezionale: Igor Milanovic non ha mai avuto un gran feeling con la sua fenomenale rosa, nonostante tutto ciò però sono arrivati i trionfi in tutte le competizioni alle quali hanno partecipato. A sostituirlo arriva Amedeo Pomilio, 48enne di Chieti, oro olimpico alle Olimpiadi di Barcellona 1992 con il Settebello e attuale collaboratore di Sandro Campagna alla guida della nazionale azzurra. Siglato l’accordo per un anno: obiettivo ripetere l’impresa del triplete.

Pomilio ma non solo. Passa dall’acqua alla scrivania uno dei componenti storici della Pro Recco: Maurizio Felugo. Il Leone di Rapallo diventa direttore generale della compagine ligure. Cambiamenti anche nella rosa: partito il mancino croato Maro Jokovic, arriva il serbo Dusan Mandic.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: FB Pro Recco

Tag

Lascia un commento

Top