Nuoto, Mondiali Kazan 2015: le stelle straniere della manifestazione (femminile)

Katie-Ledecky-nuoto-foto-da-pagina-Facebook.jpg

Domenica la competizione iridata di Kazan’ vedrà finalmente scendere in vasca le stelle del nuoto in piscina. Ma quali saranno gli atleti che illumineranno la rassegna in terra russa? Abbiamo selezionato cinque potenziali stelle del settore femminile.

* Clicca qui per le stelle del settore maschile

CATE CAMPBELL
Dopo la conquista del titolo dei 100 metri stile libero due anni fa, la ventitreenne australiana spera di fare la doppietta con le due distanze più veloci, magari accompagnata dalla sorella Bronte. L’Australia punta molto sulle Campbell anche per la staffetta 4×100 metri stile libero, dove spera di migliorare l’argento vinto due anni fa a Barcellona.

KATIE LEDECKY
Il giovanissimo fenomeno a stelle e strisce, classe 1997, deve difendere la tripla corona di due anni fa: 400, 800 e 1500 metri stile libero, senza dimenticare la staffetta 4×200 metri stile libero. Oltre al possibile poker di medglie d’oro, andranno tenuti d’occhio anche i tempi che farà segnare, visto che Ledecky detiene anche i record mondiali delle sue tre distanze di riferimento.

MISSY FRANKLIN
La ventenne è l’altra grande stella dell nazionale statunitense. A Barcellona conquistò addirittura sei medaglie d’oro, di cui tre con le staffette a stelle e strisce. Sui 200 metri stile libero e dorso sarà ancora la favorita, ma dovrà forse faticare per conservare il titolo dei 100 metri dorso, dove la sua principale avversaria sarà la prossima atleta della nostra lista.

KATINKA HOSSZÚ
La ventiseienne ungherese non ha più bisogno di presentazioni, dopo le sue grandi imprese in vasca corta e nelle competizioni europee. A Barcellona 2013 fu la regina dei misti, conquistando entrambi i titoli in palio, ma quest’anno punta a disturbare anche il primato di Missy Franklin sui 100 e 200 dorso. Ci riuscirà?

RUTA MEILUTYTE
La diciottenne lituana è oramai una certezza del nuoto internazionale. La rivelazione di Londra 2012 affronterà le due distanze più brevi della rana da favorita. Anche l’atleta baltica potrebbe mettere a repentaglio il primato mondiale da lei detenuto sia nei 50 che nei 100 del suo stile di predilezione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top