Nuoto, Mondiali 2021 e 2023: sono sei le città “potenzialmente candidate”

Logo-Fina.jpg

I Mondiali 2015 di nuoto sono ancora tutti da vivere: l’appuntamento è a Kazan dal 24 luglio al 9 agosto e, ormai, manca davvero poco. Quelli del 2017 sono stati abbandonati dal Messico, in crisi economico-sociale, e adottati da Budapest. Quelli del 2019 si svolgeranno invece in Corea del Sud, a Gwangju, sede da venerdì 3 luglio delle Universiadi. Ma già la Fina pensa al futuro.

A Losanna, Svizzera, si è svolto martedì 30 giugno un primo congresso per le procedure di candidatura delle varie città per ospitare i Mondiali acquatici del 2021 e del 2023. Al momento – scrive la Fina – sono sei le potenziali candidate: Abu Dhabi/Dubai (Emirati Arabi Uniti), Buenos Aires (Argentina), Doha (Qatar), Fukuoka/Tokyo (Giappone), Istanbul (Turchia) e Nanjing/Wuhan (Cina).

I Mondiali di nuoto sono uno degli eventi più importanti del pianeta – ha dichiarato il direttore esecutivo della federazione internazionale Cornel Marculescu -, molto seguiti dai media e visti da miliardi di telespettatori in tutti i continenti. Avere così tanti potenziali candidati dimostra l’enorme valore di questo evento“.

Le prossime tappe prevederanno la presentazione di un piano di ospitalità entro il 26 ottobre 2015 e la formalizzazione della candidatura entro l’8 novembre. Da quel momento la Fina valuterà, voterà e renderà pubblici i verdetti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top