Nuoto di fondo, Kazan 2015: Bruni è quarta, ultimi 500 metri fatali

Rachele-Bruni-nuoto-di-fondo-foto-twitter-esercito1.jpg

Sembrava tutto fatto per la medaglia (almeno) di bronzo di Rachele Bruni nella 10 chilometri femminile di nuoto di fondo ai Mondiali 2015 di Kazan. Gara pressoché perfetta della toscana, che prima sfrutta il grande lavoro in avvio di Aurora Ponselè (lavoro purtroppo addirittura eccessivo, perché poi l’azzurra scoppia) e poi si accoda alla fuga giusta gestita dalla francese Aurelie Muller (oro in 1h58’04”3) e dall’olandese Sharon Van Rouwendaal (argento dopo la delusione della 5 chilometri), entrambe allenate da Philippe Lucas, ex mentore di Federica Pellegrini. Ma negli ultimi 500 metri accade l’impensabile.

Proprio come la Van Rouwendaal nella giornata inaugurale, Rachele Bruni rallenta drasticamente e non riesce a tenere il passo delle avversarie che volano a giocarsi in volata il titolo iridato. Si intravede il bronzo, da difendere con le unghie e con i denti, ma quando si entra nell’imbuto conclusivo la situazione cambia definitivamente. L’italiana – in testa alla classifica stagionale di Coppa del Mondo con tre vittorie – subisce il sorpasso della brasiliana Ana Marcela Cunha e per un solo secondo è medaglia di legno. Il pass per Rio 2016, terzo dopo i due conquistati ieri da Simone Ruffini e Federico Vanelli, è una magra consolazione per un podio svanito veramente per un’inezia.

Grande rammarico come accennato, invece, per Aurora Ponselè. Purtroppo ancora una volta, come agli Europei di Berlino 2014 (quando poi però riuscì a reagire conquistando il bronzo), la giovane pesarese spreca quasi tutte le energie in partenza scoppiando nel momento decisivo. Alla fine è ventiduesima, niente pass olimpico a cui dunque parteciperà solo Rachele Bruni. La tattica si conferma un tasto dolente dell’azzurra, che tra l’altro spreca molto in partenza sbagliando rotta e dovendo recuperare più di 100 metri sul gruppo. Ponselè è brava a rientrare e rimettersi in testa, ma poi si deve arrendere. E pure Rachele Bruni è beffata nello stesso modo.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Cse Pubblisport Twitter Esercito

Lascia un commento

Top