Motocross: Ryan Villopoto si ritira! L’incidente in Trentino è costato caro!

Villopoto-Motocross-Foto-Cattagni.jpg

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Ryan Villopoto, il 4 volte campione del mondo del Supercross americano e passato quest’anno nel Mondiale MXGP, ha deciso di ritirarsi dalle corse per i postumi dell’incidente del quarto round del campionato iridato di Motocross, in Trentino. Purtroppo le fratture al coccige rimediate ad Arco di Trento hanno avuto conseguenze importanti sulla schiena che impediscono al pilota statunitense di gareggiare.

Per questo motivo, Villopoto ha dovuto fare una scelta per salvaguardare la sua salute, abbandonando il mondo dell’agonismo e probabilmente dedicarsi ad attività di promoter del marchio Kawasaki, di cui è stato icona per le sue imprese in moto.

La decisione non è stata facile, spiega la lettera aperta che il pilota ha scritto per informare i numerosi fan: Sono grato di aver avuto l’opportunità di fare qualcosa che ho amato sin da quando ero un ragazzino, facendolo diventare il mio lavoro. Sono grato del sostegno e dell’aiuto ricevuto della mia famiglia per tutti gli anni trascorsi a trasportare le moto qua e là per i circuiti del paese. Sono grato per il sostegno offertomi dai tanti sponsor nel corso degli anni, Kawasaki in primis, in assoluto la preferita. Sono stati con me nei momenti belli e nei momenti brutti, nelle sconfitte e nelle vittorie. Kawasaki è un marchio che è sinonimo della mia carriera agonistica. Sono grato di aver avuto la possibilità di correre con i migliori nel mondo in Supercross, Motocross e anche in MXGP. Sono grato di sapere che la nostra competitività ha contribuito alla crescita e all’evoluzione del nostro sport”.
Anche Steve Guttuso, Direttore Sportivo di Kawasaki Motors Europe, ha speso parole affettuose per ringraziare il campione: “Ryan ha fatto grandi cose anche durante il Campionato del Mondo MXGP. E’ un peccato che sia stato costretto a fermarsi dopo soli quattro turni perché, onestamente, credo che Ryan si sarebbe adattato molto bene a questo tipo di corse. Anche se la sua avventura europea non è andata come previsto, il nostro team al completo si dice orgoglioso di aver lavorato con Ryan, grazie al quale abbiamo fatto tutti molta esperienza.
In seguito a una simile e tanto importante decisione, Ryan sta adesso valutando i suoi obiettivi e le ambizioni future. Gli auguriamo ogni bene, qualunque direzione scelga di prendere”
.

Un vero peccato per tutti gli appassionati perdere un campione come lui che all’età di 26 anni “appende il casco al chiodo”, tuttavia le pagine che ha scritto nei campionati americani sono di altissimo livello ed è bello ricordarlo per ciò che ha fatto con grande rispetto e sportività.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top