Motocross, GP Lettonia 2015: La stella emergente di Febvre e gli amari quarti posti di Cairoli

Antonio-Cairoli-Motocross-Pier-Colombo.jpg

Il 12esimo appuntamento del Mondiale di Motocross ha dato risposte similari a quanto già accaduto in precedenza. Sul tracciato di Kegums abbiamo potuto ammirare, infatti, la stella emergente di Romain Febvre che, a bordo della sua Yamaha, ha nuovamente incantato sulla sabbia scorrevole in Lettonia.

Gara-1 è stata un bel banco di prova per il transalpino, caduto al via e impossibilitato a riavviare immediatamente la sua moto. Ripartendo così, dall’ultimo posto, Febvre ha messo in scena una rimonta furiosa e di puro talento. Gli avversari  non potevano che assistere, quasi impotenti, a questo missile con la tabella rossa velocissimo, sulle insidie del terreno lettone. Un incredibile ottavo posto, al termine della prima manche, è stato una vera e propria impresa, degna dell’attuale leader del Mondiale che così facendo ha limitato al minimo i danni, per il contemporaneo quarto posto di Tony Cairoli.

Il nostro portacolori infatti, ancora lontano dalla miglior condizione per le ormai note conseguenze dell’incidente di Maggiora, non è riuscito a raggiungere il podio e sfruttare al meglio le problematiche del suo rivale al via. Un andamento che, poi, in gara-2 si è ribaltato, nel senso che il francese, fin dal primo metro, ha preso il largo, conquistando la vittoria della seconda manche, con Cairoli nuovamente quarto, e allungando ancora in classifica generale, portando il proprio vantaggio da 39 a 41 punti. Da sottolineare, tuttavia, la grande prestazione del giovane olandese Glenn Koldenhoff, capace di porre termine alla sequenza vincente di Febvre, in termini di vittoria di tappa. Il tulipano infatti, grazie al successo e ad un secondo posto in Lettonia, si è aggiudicato il GP, dimostrando grandissima velocità e maturità al cospetto di rivali molto forti e in lotta per il titolo.

In questo senso, un altro pilota da osservare con attenzione è Gautier Paulin che, sulla sua Honda, ha ottenuto due terzi posti, conquistando anche la terza piazza della graduatoria iridata, scavalcando l’infortunato Max Nagl e potendo essere un’insidia per il nostro Cairoli. Ora il prossimo round si disputerà tra due settimane (25-26 Luglio) a Loket (Rep.Ceca) e anche lì avremo una pista dalla caratteristiche simili a Kegums: sabbia supeficiale con fondo duro alla base che potrebbero ulteriormente favorire Febvre, anche se noi speriamo che questi 14 giorni siano funzionali ad un recupero per Tony, visto che ora serva un’impresa!

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: fonte Pier Colombo

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top