Luca Paolini: “Mi assumo le mie responsabilità. Chiedo scusa a tutti”

Luca-Paolini-1-Tre-Valli-2014-©-Gianluca-Santo.png

Dopo essere risultato positivo alla cocaina in un test anti-doping effettuato lo scorso 7 luglio nel corso del Tour de France, Luca Paolini, immediatamente sospeso dal Team Katusha, è intervenuto sulla vicenda attraverso Twitter.

L’azzurro ammette le sue colpe ed annuncia che farà di tutto per fare chiarezza con l’Uci: “Scusate, ma ho dovuto assorbire il colpo! Credo ed ho sempre creduto nei controlli, stanno rendendo questo sport più credibile, sempre di più. Volevo stare in silenzio e risolvere questa cosa per i fatti miei!! Io non son il tipo che grida allo scandalo e cerca scappatoie inutili. Per quanto successo mi assumo in pieno le mie responsabilità e cercherò di fare la massima chiarezza! Mi scuso con tutti i miei colleghi corridori e sicuramente con il Tour de France, l’Aso ecc sapendo che era il momento meno appropriato, soprattutto per la concentrazione dei media altissima. Mi scuso con i miei compagni fantastici del Team Katusha e spero che la mia mancanza non pregiudichi un buon risultato finale… In questi giorni farò il possibile per capire come sia stato possibile… Ma una cosa tendo a precisarla subito: di cattiveria al mondo c’è n’è a strafare, ma di gente che mi vuole bene c’è n’è ancora di più! Quindi fanculo a chi critica gratuitamente e spero, con una collaborazione fitta con l’UCI, di fare più chiarezza possibile sulll’accaduto! Buona notte ai rosiconi e soprattutto a chi ha dimostrato di essere un amico! Scusate ancora“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

One thought on “Luca Paolini: “Mi assumo le mie responsabilità. Chiedo scusa a tutti””

  1. Matteo scrive:

    Non è che chiarisca molto questa serie di messaggi pubblicati su Twitter, confusi, caotici… Dice che si assume le responsabilità e si scusa, ma poi dice anche che non capisce come abbia potuto succedere… Poco prima alla Gazzetta aveva detto “ma figurarsi se ho preso coca, vi sembro il tipo di persona? chiederò le controanalisi!”. E poi si scaglia contro chi ha osato criticare un quarantenne che si fa beccare positivo alla cocaina.

    Insomma, una vicenda oscura che purtroppo lascia molte ombre su un ragazzo (uomo, ormai) che invece era sempre sembrato come un esempio di professionista esemplare. Tutti possono sbagliare, ma francamente questa volta son rimasto molto deluso…

Lascia un commento

Top