Judo: i campioni olimpici russi e i delusi francesi al Grand Prix di Mongolia

Judo-Mansur-Isaev.jpg

Duecentodue atleti provenienti da trentacinque Paesi combatteranno da venerdì a domenica sui tatami del Grand Prix di Ulaanbaatar, capitale della Mongolia.

La curiosità starà soprattutto nel poter rivedere all’opera i tre campioni olimpici russi, esclusi dalle convocazioni per gli ultimi Campionati Europei. Arsen Galstyan (campione olimpico dei 60 kg, oramai passato ai 66 kg), Mansur Isaev (73 kg), reduce da un infortunio, e Tagir Khaibulaev (100 kg) saranno gli unici tre rappresentanti della nazionale di Ezio Gamba presenti nel Paese asiatico.

Anche per la Francia saranno presenti quasi tutti i migliori interpreti tra quelli esclusi dalla rassegna continentale di Baku, al netto degli infortunati e di Teddy Riner. I convocati sono Aurore ClimenceLaëtitia Payet (48 kg), Priscilla Gneto (52 kg), Hélène Receveaux (57 kg), Anne-Laure Bellard (63 kg), Fanny-Estelle Posvite (70 kg), Marine Erb (+78 kg), Adrien Raymond, Sofiane Milous (60 kg), Julian Kermarrec (81 kg) e Jean-Sébastien Bonvoisin (+100 kg). Quest’ultimo doveva sostituire Riner a Baku, ma il tempo per modificare le convocazioni era oramai scaduto (valeva infatti il termine generale fissato per gli European Games sebbene il judo si tenesse nell’ultima settimana).

Presente anche il Giappone, con dodici elementi, tra i quali spicca il nomo di Kaori Matsumoto, campionessa olimpica dei 57 kg che stenta a ritrovare la regolarità di un tempo, alternando ottime prestazioni a grandi delusioni. Da seguire anche il giovanissimo Hirofumi Abe (66 kg), diciassettenne che lo scorso anno sconfisse addirittura Masashi Ebinuma per andare a vincere il Grand Slam di Tokyo.

Infine, i padroni di casa della Mongolia cercheranno di fare bella figura di fronte al proprio pubblico, schierando tutti i propri migliori elementi per un totale di cinquantasei judoka. Presente anche il campione mondiale in carica dei 60 kg, Boldbaatar Ganbat.

L’Italia non prenderà parte al Grand Prix di Ulaanbaatar, ma i judoka azzurri saranno impegnati sia ai Campionati Europei cadetti (clicca qui per i convocati) che alle Universiadi di Gwangju 2015 (clicca qui per i convocati).

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top