Hockey prato, World League: lacrime azzurre, l’India ci castiga ancora. Addio Rio

Hockey-prato-Italia-Federhockey.jpg

L’Italia cede 6-5 all’India agli shoot-off nella semifinale per il quinto posto nella World League di Anversa: un risultato che condanna le azzurre all’eliminazione dalle Olimpiadi di Rio 2016. Come quattro anni fa, dunque, è ancora una volta la compagine asiatica a mettere la parola fine al sogno azzurro di agguantare una partecipazione a cinque cerchi sempre più stregata.

La selezione tricolore ha espresso la peggior prestazione di questa competizione, bloccata dalla tensione eccessiva di una partita dal cui esito sarebbe dipeso un intero quadriennio.

Subito avvio veemente per l’India, che chiama Martina Chirico ad un grande intervento con il piede sinistro. L’Italia si rintana nella propria metà campo, ma a 6’18” dal termine del primo tempo passa in vantaggio: percussione di Dalila Mirabella e conclusione potente parata dall’estremo difensore indiano. Sulla ribattuta si avventa Elisabetta Pacella, che sigla l’1-0.

Nella seconda frazione continua la supremazia territoriale delle nostre avversarie, le quali tuttavia non riescono a rendersi pericolose. In chiusura guadagnano un corner corto, sfruttato tuttavia nel peggiore dei modi.

L’Italia sembra in controllo, ma in apertura di terzo tempo arriva il pareggio. Errore del capitano Chiara Tiddi, Rani si ritrova a tu per tu con Chirico e non sbaglia. L’India va vicina al vantaggio in altre tre occasioni, trovando sempre dinanzi a sé una Chirico insuperabile. La compagine del Bel Paese guadagna l’unico corner corto della sua partita a 24 secondi dalla conclusione del penultimo periodo, ma viene sventato senza problemi dalle asiatiche.

A senso unico, poi, il quarto e decisivo tempo, con l’India in pressione costante alla ricerca del vantaggio. A 6’58” dal termine è ancora Chirico ad esaltarsi al cospetto di Rani, tutta sola in area.

Diventano risolutivi, dunque, gli shoot-off. Sbagliano Mirabella e Katariya. Si va ad oltranza. Rani va a segno, Ruggieri si fa ipnotizzare da Savita. L’India vince una partita nel complesso meritata e si qualifica per le Olimpiadi. Alle azzurre, ancora una volta, non restano che le lacrime.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Federhockey

2 thoughts on “Hockey prato, World League: lacrime azzurre, l’India ci castiga ancora. Addio Rio”

  1. Luca46 scrive:

    Brucia uscire così ad un soffio dall’impresa.

  2. ale sandro scrive:

    Mi dispiace veramente tanto, e non potrebbe essere altrimenti visti i risultati fin qui avuti dalle azzurre, anche sul piano del gioco. A mio parere sono stati decisivi i primi due quarti, paradossalmente nonostante il vantaggio, quando l’Italia è sembrata subire troppo il gioco delle indiane, quasi concedendo un intera mezzora di gioco alle avversarie.
    Peccato perché c’erano tutti i presupposti per la potenziale qualificazione. Continua a mancare qualcosa per raggiungere le prime 10-12 squadre al mondo e confermare quel livello. Complimenti alle indiane.

Lascia un commento

Top