Hockey prato, Round 3 World League: domani Italia-India, una vittoria tra le azzurre e Rio

11403203_10153922897186102_815630673395618656_n.jpg

Una sconfitta con l’Australia nei quarti di finale che ha lasciato un po’ di amaro in bocca, ma sulla quale non possono esserci rimpianti. La nazionale di hockey su prato femminile riparte nel suo cammino verso l’obiettivo del quadriennio, la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016, dalla semifinale per il quinto posto nel Round 3 di World League ad Anversa. Domani Tiddi e compagne affrontano l’India, in un match da dentro o fuori nel quale le azzurre partono da favorite. Obbligatorio vincere: un successo potrebbe voler dire Rio (non matematicamente, ma visto che il Sudafrica ha annunciato la rinuncia alla competizione, potrebbe bastare anche un sesto posto. D’obbligo l’uso del condizionale).

Le ragazze di Fernando Ferrara si sono dimostrate al top in Belgio: a parte il crollo con l’Olanda, sono riuscite a giocare alla pari con tutte le avversarie che la precedono nel ranking (Australia, Giappone e Corea). L’India è nettamente inferiore alle squadre sopracitate: le nostre giocatrici hanno affrontato le asiatiche più volte in passato in amichevoli varie, con un bilancio assolutamente positivo. Molto probabilmente cambierà anche la tattica di Ferrara: abbiamo visto l’Italia difendersi benissimo e partire in contropiede, domani invece ci sarà una squadra più offensiva, alla ricerca dei gol di Ruggieri e Braconi.

Appuntamento domani alle 13, vi ricordiamo che OA Sport pubblicherà il consueto articolo nel quale sarà presente il link per lo streaming dell’incontro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Hockey Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: CC21

One thought on “Hockey prato, Round 3 World League: domani Italia-India, una vittoria tra le azzurre e Rio”

  1. ale sandro scrive:

    Se veramente il Sudafrica rinunciasse e non ci fosse nemmeno la rappresentante africana,allora potrebbe davvero bastare il 6° posto di Anversa , e cioè 12° in totale della fase,comprendendo anche il torneo di Valencia. Dovrebbero però verificarsi altre due situazioni: campionato europeo vinto da Olanda, Germania o Gran Bretagna (se non lo vince l’Italia ,anche se proibitivo), e panamericano vinto da Argentina o Usa. Si libererebbero così altri due posti oltre a quelli già liberati dall’Oceania e dalla Corea per la vittoria ai giochi asiatici dello scorso anno. I quarti hanno dato conferma di questi valori in campo.
    Intanto però le azzurre che sono state bravissime finora, come non mai, devono ovviamente battere l’India e giocarsela con la vincente di Belgio – Giappone. Sarà difficile ma ci potrebbero riuscire, sono squadre alla portata nonostante il Belgio giochi in casa. Vincere questi due incontri , permetterebbe praticamente di farcela. Son due quadrienni che le ragazze ci vanno vicino, potrebbe essere finalmente la volta buona.

Lascia un commento

Top