Golf, Open di Francia: il maltempo blocca il primo round, Francesco Molinari 14^

1524606_877067672325642_5002788421856018254_n.jpg

Dopo due ore e mezzo di interruzioni complessive a causa di tempeste di fulmini, il primo giro dell’Open di Francia (montepremi € 3.000.000) è stato definitivamente sospeso a Le Golf National di Parigi. In testa, momentaneamente, c’è Maximilian Kieffer, con un parziale di -4 dopo 14 buche nonostante un doppio bogey, visti i sei birdie messi a segno.

Il tedesco si è lasciato dietro un quintetto ad un colpo di distanza, a -3 (68): tre di questi hanno concluso i rispettivi round, ovvero il francese Victor Dubuisson, l’austriaco Bernd Wiesberger e il sudafricano Jaco Van Zyl, mentre manca una buca per completare il giro allo spagnolo Rafa Cabrera-Bello e all’australiano Andrew Dodt. Il vento e le cattive condizioni meteorologiche non hanno favorito punteggi bassi, visti i soli venticinque giocatori scesi sotto al Par del campo. Sette di questi sono al settimo posto, a -2 (69), di cui cinque hanno portato al termine le diciotto buche: si tratta del tedesco Martin Kaymer, degli inglesi Oliver Gaunt e Simon Khan, del francese Grégory Bourdy e dell’indiano Anirban Lahiri, sceso fino a -5 ma crollato con un bogey ed un doppio bogey.

Inizio solido per Francesco Molinari, 14esimo a -1 (71) completando tutte le buche. Il torinese tenta più volte di inserire le marce più alte, ma commette sempre qualche errore di troppo per quattro birdie e tre bogey complessivi. Buon approccio di Renato Paratore, che dopo 14 buche, quattro birdie e altrettanti bogey si colloca in 26esima posizione pari al Par. Edoardo Molinari inizia male con un birdie, due bogey ed un doppio bogey dopo nove buche, ma rimonta con tre birdie ed un bogey per un discreto +1 (72). Un doppio bogey costringe Alessandro Tadini alla 64esima posizione con +2 (73), dopo aver provato la rimonta con due birdie ma con altrettanti bogey.

Ancora una volta Matteo Manassero dimostra il momento di crisi in cui versa e dopo 16 buche si ritrova a +5 (76), con un birdie, due bogey e due doppi bogey sulla carta. Praticamente già fuori Andrea Pavan e Marco Crespi, entrambi in 133esima posizione a +7 (78).

Twitter: @panstweet

daniele.pansardi@oasport.it

Credit Federgolf

Lascia un commento

Top