Golf, Open di Francia: a Parigi Chicco Molinari protagonista, è quarto

10459928_780629191969491_7244642221918134412_n.jpg

Si forma un terzetto al comando dell’Open di Francia (montepremi € 3.000.000) al termine del secondo round. E che terzetto: lo spagnolo Rafa Cabrera-Bello, il francese Victor Dubuisson e il tedesco Martin Kaymer, a quota -4 (138) su un Golf National di Parigi al solito di difficile interpretazione. I primi due non sono andati oltre un 70 (-1), mentre il teutonico nonostante un doppio bogey è riuscito a firmare quattro birdie e un 69 (-2).

Alle loro spalle, a dimostrazione della grande confidenza dell’ultimo periodo, c’è Francesco Molinari. Il torinese non è da solo con -3 (139), ma avrà una ghiotta chance di cogliere quel successo sfuggitogli nel 2010 e nel 2012; quattro birdie e due bogey per Chicco, pari merito con gli inglesi Tyrrell Hatton, Daniel Brooks e James Morrison e con il sudafricano Jaco Van Zyl. Maximilian Kieffer, leader provvisorio dopo la prima giornata (ma senza aver concluso il round) retrocede in nona posizione (-2), dove trova l’austriaco Bernd Wiesberger e il cileno Felipe Aguilar.

Prova di forza di Alessandro Tadini, che grazie ad un giro in Par strappa un fondamentale taglio e si colloca in 35esima posizione a +2 (144 – 73 71). Una partenza da incubo con un bogey ed un doppio bogey non spaventa Edoardo Molinari, bravo a difendersi con tre birdie ed un bogey e un parziale di +2 (73), per la 45esima posizione a +3 (145 – 72 73).

Renato Paratore, invece, prima crolla nelle ultime buche del primo round da completare (78 finale) e poi non riesce a darsi una scossa nel secondo, chiuso in 72 e con la 105esima posizione a +8 (150). Chiude a +9 (151 – 78 73), invece, Matteo Manassero, pari merito con Andrea Pavan. 141esimo, con +13, Marco Crespi.

Credit Federgolf

Tag

Lascia un commento

Top