Golf, European Masters: Havret apre le danze, bene Tadini ed Edoardo Molinari

10898292_894617913903951_4563179403971478431_n.jpg

Scatto di Gregory Havret nel primo giro dell’Omega European Masters (montepremi € 2.300.000). Il francese tira fuori dal cilindro un gran -7 (63) sul Crans-sur-Sierre di Crans Montana, in cui spicca in particolare l’hole in one imbucata al Par 3 della 13, oltre ad un altro eagle, a quattro birdie e ad un solo bogey.

Il transalpino si è lasciato un colpo di vantaggio sull’immediato inseguitore, il danese Lasse Jensen, secondo a -6 (64). Ben dodici, per una classifica cortissima, sono invece in terza posizione a -5 (65): tra i nomi più importanti rientrano l’inglese Danny Willett, tra i favoriti, il coreano Y.E. Yang, il nordirlandese Michael Hoey e l’australiano Richard Green. Un grande finale consente anche ad Alessandro Tadini di stabilirsi nelle zone nobili, in 15esima posizione con -4 (66): il piemontese piazza tre birdie consecutivi nelle ultime quattro buche, dopo due bogey e tre birdie precedenti.

Buona reazione al momento negativo da parte di Edoardo Molinari, 21esimo con un buon -3 (67): nessun bogey per il torinese, che ha viaggiato con tre birdie e quindici Par. Positivo anche l’approccio di Marco Crespi, 39esimo con -2 (68) grazie a tre birdie ed un bogey. Più farraginosa l’azione di Matteo Manassero, inchiodato pari al Par (70) con tre birdie e altrettanti bogey in 70esima posizione. Qualche difficoltà in più per Renato Paratore, 95esimo con +1 (71) dopo cinque birdie e sei bogey.

Twitter: @panstweet

daniele.pansardi@oasport.it

Credit Federgolf

Tag

Lascia un commento

Top