Golf, European Masters: Fitzpatrick affianca Willett, bella rimonta di Paratore!

10425496_866367333395676_9134319621727861562_n.jpg

In una giornata in cui la maggior parte del field soffre le difficili condizioni del Crans-sur-Sierre, c’è un potenziale fuoriclasse che strabilia tutti e si porta al comando. Ha 20 anni, è già sulla bocca di tutti come il futuro del golf inglese e si chiama Matthew Fitzpatrick, straordinario nel prendersi la vetta dell’European Masters (montepremi € 2.300.000) grazie ad un gran 64 (-6). Otto birdie e due bogey per il classe ’94, al comando a pari merito con Danny Willett a quota -12. Il numero tre della Race to Dubai soffre, gira soltanto in +1 ma si mantiene al comando e darà vita ad una sfida tutta inglese nell’ultimo round con il giovane connazionale.

A due colpi di distanza (-10), Raphael Jacquelin si porta in terza posizione e proverà a concretizzare l’ottimo stato di forma. Il francese dovrà guardarsi anche dall’ottimo statunitense David Lipsky, il campione in carica e attualmente quarto, a -9, in cerca di un bis che avrebbe del clamoroso. La coppia sudcoreana formata da Seuk-hyun Baek e da Y. E. Yang continua invece ad andare a braccetto, ma questa volta in senso negativo: gli asiatici scivolano su un 74 (+4) e retrocedono in quinta posizione, a -8. Risale ben 30 posizioni grazie ad un 66 lo svedese Pelle Edberg, settimo con -7 a pari merito con l’inglese Tyrrell Hatton, l’australiano Richard Green e con il francese Gregory Havret.

Tra i giovani talenti a mettersi in mostra non c’è solo Fitzpatrick, ma anche il nostro Renato Paratore. Il 18enne stampa un eccellente 67 (-3) e risale la classifica fino alla 16esima posizione, con uno score di -5 che potrebbe aprigli anche le porte della Top 10. Cinque birdie e due bogey per il romano, pari merito con un Marco Crespi in difficoltà ma ancora in corsa per un piazzamento importante, nonostante il 72 (+2) odierno frutto di quattro bogey e due soli birdie.

Va sopra Par anche Edoardo Molinari, con un 71 (+1); tre bogey e due birdie per il torinese, 24esimo con un totale di -4. Giro in 72 (+2) per Alessandro Tadini, che si difende come può con tre bogey ed un birdie e scivola in 42esima posizione, a -2.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla pagina dedicata al golf!
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit Federgolf

Lascia un commento

Top