Giochi Europei Baku 2015, Karate: ora si pensa ai Giochi Olimpici e… Paralimpici

Karate-Luigi-Busà-Luca-Maresca-CONI.jpg

Le competizioni di karate sono state tra le più interessanti all’interno del programma dei Giochi Europei di Baku 2015. Per i colori italiani, questa disciplina ha regalato le prime tre medaglie alla spedizione azzurra, tutte d’argento, un bottino ragguardevole considerando che l’Italia schierava quattro atleti in tutti, e che ne conferma la posizione di rilievo in ambito internazionale. Più in generale, perché gli European Games hanno rappresentato per il karate un’importante vetrina in vista del possibile inserimento di questo sport nel programma dei Giochi Olimpici, ed eventualmente Paralimpici.

A Baku, il karate ha presentato solamente otto atleti per gara, ma tra questi c’erano i primi sei classificati degli ultimi Campionati Europei, garantendo quindi uno standard molto elevato per la competizione. Gli spalti gremiti ed il grande interesse suscitato in telespettatori e spettatori hanno confermato inoltre che questo sport sarebbe totalmente degno di entrare a far parte del programma a cinque cerchi. La World Karate Federation ha voluto far passare proprio questo messaggio a circa un anno dai Giochi di Rio 2016, in corrispondenza dei quali si sceglieranno anche le nuove discipline che saranno invece presenti a Tokyo 2020.

La novità degli ultimi giorni sta invece, come anticipato, in un possibile inserimento del karate nel programma dei Giochi Paralimpici, anche in questo caso in vista di Tokyo 2020. Il 12 giugno, il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha infatti riconosciuto il karate come trentesima disciplina paralimpica, passaggio necessario per entrare a far parte dei Giochi. Il karate si è infatti sforzato negli ultimi anni di promuovere anche la sua versione paralimpica, inserendo delle dimostrazioni nel programma dei Mondiali di Parigi 2012, e delle vere e proprie competizioni con medaglie in palio ai Mondiali di Brema 2014. Il riconoscimento verrà ratificato nella prossima sessione dell’IPC, prevista per il 14 e 15 novembre a Città del Messico.

LEGGI ANCHE:

* Tokyo 2020: il Giappone propone otto nuovi sport!
Tokyo 2020: ventisei sport candidati ad entrare nel programma olimpico, karate in pole position
Tokyo 2020: il karate vicino all’inserimento nel programma olimpico
Il karate vede sempre più le Olimpiadi con l’appoggio del Giappone
Karate: partita la campagna per l’inclusione nel programma di Tokyo 2020

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Coni (Twitter)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top