Ginnastica, una Banca Russa sponsor della FIG. Ma è conflitto di interessi? E i giudizi?

Biles-Mustafina-Bai-Yawen-Mondiali-ginnastica.jpg

La Federazione Internazionale della Ginnastica ha confermato il suo sponsor principale: sarà nuovamente la VTB, una delle Banche Russe più importanti, promuoverà il circo della Polvere di Magnesio come accade dal 2009.

L’accordo è stato siglato durante la Gymnaestrada, il “Mondiale” della GpT che si sta svolgendo in questi giorni a Helsinki (Finlandia), tra il Presidente FGI runo Grandi e Vasily Titov (First Deputy President e Chairman della VTB).

Le dichiarazioni di Titov: “Sono orgoglioso e onorato di proseguire la partnership con la FIG. La ginnastica è uno sport importante in Russia e siamo lieti di continuare la nostra cooperazione con una delle Federazioni più importanti del movimento olimpico”.

Le parole di Grandi: “Ringrazio la VTB per il loro supporto continuo nei confronti del nostro sport e della nostra Federazione. Mi fa piacere che noi possiamo continuare a contare sul loro sostegno come un partner di rilievo anche nel prossimo futuro”.

 

E fin qui la notizia nuda e cruda comunicata due giorni fa. Ritorniamo sul solito discorso: questo è un conflitto d’interesse? È corretto che la VTB, sponsor della Federazione Russa, lo sia anche di quella Internazionale? Certo il pubblico si è fatto qualche domanda nel corso di questi anni su una possibile influenza della giuria in favore degli atleti russi. Ma è effettivamente così?

Lungi da noi esprimere qualsiasi giudizio riguardo a un tema così delicato ma è normale che gli appassionati si facciano qualche domanda e si diano anche qualche risposta.

Lascia un commento

Top