Ginnastica, il nuovo Codice dei Punteggi sotto studio. Tra un anno le nuove regole…

maroney.jpg

Chi segue la ginnastica artistica sa che ogni quattro anni si cambiano sostanzialmente le regole. Il Codice dei Punteggi, la Bibbia della Polvere di Magnesio che guida l’intero svolgimento della disciplina, viene cambiata ogni quadriennio: appena finita un’Olimpiade c’è sempre una rivoluzione nel circuito.

Rivoluzione che comporta un nuovo studio di vantaggi e svantaggi, analisi delle valutazioni date ai salti, alla ricerca di scovare la strada più vantaggiosa per ottenere dei benefici.

L’attuale codice è in vigore dal 1° gennaio 2013 e cesserà di vivere il 31 dicembre 2016, subito dopo le Olimpiadi di Rio e l’elezione del nuovo Presidente (Bruno Grandi abbandonerà dopo un ventennio di grandi innovazioni e stravolgimenti).

 

Ebbene il nuovo Codice dei Punteggi si sta già studiando. I piani alti della Commissione si riuniranno nei prossimi mesi per dei primi confronti e per definire i primi paletti del nuovo regolamento (già ottobre 2015, in occasione dei Mondiali 2015). Poi si procederà a dei vagli successivi per arrivare alla stesura definitiva che arriverà in concomitanza con le Olimpiadi 2016. L’effettiva entrata in vigore il 1° gennaio 2017 per reggere fino a Tokyo 2020.

La consueta riflessione: fa davvero bene alla ginnastica questo continuo mutamento? Le persone comuni faticano a comprendere davvero cosa succeda in pedana. Speriamo che a questo giro esca fuori qualche soluzioni intelligente e innovativa.

Lascia un commento

Top