Ginnastica, EYOF 2015 – Tutte le favorite, le grandi assenti, le speranze per il futuro

Angelina-Melnikova.jpg

Domani scatteranno a Tbilisi (Georgia) gli EYOF 2015 anche per la ginnastica artistica. Il Festival Olimpico della Gioventù Europea è la gara più attesa e importante dell’anno per tutti gli juniores europei della ginnastica artistica.

 

Gli EYOF partono con delle importanti defezioni e delle assenze di rilievo. Per la seconda edizione consecutiva non parteciperà la Campionessa d’Europa di categoria: dopo Enus Mariani a Utrecht 2013, questa volta è la russa Angelina Melnikova ad alzare bandiera bianca.

Una giovane promettente che avrebbe sicuramente potuto fare bene in questa rassegna rimarrà a casa. Stessa sorte anche per l’azzurrina Sofia Busato, indubbiamente la nostra miglior junior ma assente per i postumi di alcuni problemi fisici che hanno giustamente consigliato di riposare e recuperare al meglio in vista del passaggio alla categoria senior.

Anche la Gran Bretagna non si presenta proprio con i migliori elementi (Fenton e Methuen meritano però molta attenzione), la Spagna ha preferito portare solo una ragazza.

 

La Russia si presenta con tre elementi di assoluto rilievo: Daria Skrypnik, Anastasiia Iliankova, Elena Eremina. Vista la profondità, quantomeno quantitativa, dell’attuale movimento russo, queste gare saranno importanti per provare a delineare delle gerarchie. La migliore delle tre è la Skypnik, Campionessa d’Europa alle parallele e membro della squadra d’oro a Sòfia 2014. Le ragazze dei coniugi Rodionenko partono da favorite, anche per compattezza di team, ma dovranno controllare soprattutto una buona Romania: Ciurusniuc, Cimpian e Crisan sono ragazze già ben note, futuro sicuro della Nazionale maggiore, e vorranno lasciare il segno anche in questa categoria.

È la Nazionale Francese, però, che può davvero sorprendere e cercare il colpaccio. Le transalpine stanno tornando davvero competitive. Bossu, Boyer e De Jesus sono già sui taccuini di molti addetti ai lavori già da una stagione abbondante: questa è l’occasione giusta per la consacrazione.

Tra gli altri nomi di rilievo: la tedesca Tabea Alt, la belga Klinckaert, si parla bene delle due svedesi Haavisto, Martina Maggio e Francesca Noemi Linari le due azzurre che potrebbero fare bene (il team è completato da Caterina Cereghetti, per un trio che può magari togliersi delle soddisfazioni nella prova a squadre).

 

Articoli correlati:

EYOF 2015 – Programma, orari e tv: l’evento dell’anno per gli juniores

EYOF 2015 – Tutte le partecipanti: a Tbilisi le sportive del futuro

EYOF 2015 – Tutti i convocati dell’Italia

EYOF 2015 – Martina Maggio portabandiera dell’Italia! Artistica davanti a tutti

Lascia un commento

Top