Formula 1, GP Gran Bretagna: Vettel ringrazia il box Williams, Hamilton ancora numero uno

Vettel-Ferrari-Mtc-FOTOCATTAGNI.jpg

Il Gran Premio di Silverstone può essere considerato, almeno fino ad ora, come il più bello della stagione di Formula Uno. Per la prima volta, infatti, si è vista tanta bagarre dal primo fino all’ultimo giro, con continui colpi di scena che hanno rivoluzionato più volte la classifica.

Nonostante una partenza infelice, la Mercedes ha realizzato alla fine una nuova doppietta, ennesima conferma della superiorità della vettura tedesca. Di fronte al proprio pubblico, Lewis Hamilton ha rischiato di lasciar sfilare la vittoria per un attacco troppo repentino sulla Williams di Felipe Massa al rientro della safety car, ma ha poi dato una dimostrazione di intelligenza e di destrezza alla guida quando le condizioni meteo si sono fatte difficili. La corsa al titolo resta comunque aperta tra i due piloti Mercedes, con Nico Rosberg che ha portato a casa un buon secondo posto se si pensa che ha passato la maggior parte della gara fuori dal podio virtuale. Il figlio d’arte si è messo in luce soprattutto per la sua abilità nello gestire le gomme da asciutto sul bagnato, fase nella quale è risultato essere il più veloce in pista.

La Ferrari, dal canto suo, ha affrontato probabilmente il week-end più difficile dell’anno, ma ha comunque portato a casa un podio con Sebastian Vettel. Il tedesco ha copiato la tattica vincente di Hamilton, colmando in un colpo solo un gap di oltre venti secondi rispetto al gruppo di testa. L’ottima scelta tattica non deve comunque far dimenticare le difficoltà accusate dalle Rosse nella prima parte di gara, quando si sono trovate a dover lottare, senza troppo successo, con le Force India e la Red Bull di Daniil Kvyat. Peccato, invece, per Kimi Räikkönen, più veloce di Vettel sia in qualifica che in gara, ma in difficoltà sotto gli scrosci di pioggia e sacrificato dalla squadra con un cambio gomme azzardato.

La vera protagonista della gara di Silverstone è stata la Williams. Felipe Massa ha realizzato una splendida partenza, superando il poleman Lewis Hamilton dalla terza posizione come fece in Ungheria quando il brasiliano e l’inglese si giocavano il titolo iridato. L’ex ferrarista ha accarezzato la possibilità di un successo, ma già al primo pit stop sono venuti fuori i soliti problemi in casa Williams, con Massa che ha perso oltre un secondo nella sosta rispetto ad Hamilton, davvero troppo se si pensa che i piloti vengono spesso criticati per perdite di pochi decimi. Poi, il muretto della scuderia inglese ha toppato anche le tempistiche del cambio gomme per passare alle intermedie, facendo definitivamente perdere il podio sia a Massa che al finlandese Valtteri Bottas, consistente con le gomme medie ma in difficoltà con le dure ed ancor più sotto la pioggia.

Infine, sottolineiamo anche il primo punto stagionale di Fernando Alonso: lo spagnolo della McLaren Honda ha approfittato dei tanti ritiri che hanno contraddistinto la corsa britannica, ma è finalmente riuscito a rompere il digiuno stagionale. Le prestazioni della vettura restano però ancora molto lontane rispetto alla testa del gruppo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FOTOCATTAGNI

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top