Equitazione: thriller a Parigi, vittoria ex-aequo per il Grand Prix

Equitazione-Ben-Maher-FB.jpg

Si è concluso questo pomeriggio il CSI cinque stelle di Parigi, che come ultima prova prevedeva una prova contro il tempo con jump-off valida per il Grand Prix. A sorpresa, due binomi hanno ottenuto la vittoria a pari merito, realizzando due percorsi netti e chiudendo quello decisivo con il medesimo crono di 31″85: l’egiziano Karim El Zoghby su Amelia ed il britannico Ben Maher su Cella sono dunque saliti insieme sul gradino più alto del podio. Ottima prestazione anche per l’amazzone australiana Edwina Tops-Alexander, che in sella ad Heidi du Ruisseau Z ha a sua volta completato entrambi i percorsi senza commettere errori, classificandosi terza con un tempo di 33″63.

Beffati, invece, i padroni di casa francesi, che si sono fermati ai piedi del podio dopo il primo percorso: il vicecampione mondiale in carica Patrice Delaveau ha chiuso quarto su Orient Express HDC (4 / 67″24), mentre l’amazzone Pénélope Leprevost si è classificata quinta con Vagabond de la Pomme (4 / 72″48). Iscritto alla gara con Caballero 84, il rappresentante italiano Alberto Zorzi non ha preso il via della prova.

Nel Grand Prix del CSI tre stelle di Arnhem, in Olanda, invece, i binomi Oranje hanno realizzato una doppietta con Albert Zoer su Gigolo (4 / 42″85) che ha preceduto il connazionale Johnny Pals su Vignet (4 / 44″16). Terzo posto per il peruviano Alonso Valdez Prado su Ferrero van Overis (4 / 47″52), mentre l’Italia ha ottenuto due piazzamenti nei dieci con Juan Carlos Garcia su Gitano v.Berkenbroeck, quinto, e Lorenzo De Luca su Geisha van Orshof, sesto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Ben Maher (pagina Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top