Diamond League 2015, Losanna: assenti Bolt e Gatlin, Lavillenie per il riscatto, triplo da urlo, Farah e Rudisha…

Atletica-David-Rudisha.jpg

David Rudisha


Nono appuntamento con la Diamond League 2015 in programma giovedì 9 luglio a Losanna (Svizzera). Molti i nomi importanti in gara ma anche due assenti di lusso come Usain Bolt e Justin Gatlin. Il giamaicano è reduce da un infortunio alla gamba sinistra e ha ripreso gli allenamenti soltanto in questa settimana mente il 33enne statunitense si sta allenando al meglio in vista dei Mondiali di Pechino. Duello dunque rinviato nei 200 metri, dove il favorito sarà Isiah Young, unico atleta a scendere sotto i 20″ in stagione.

 

Un altro grande, anzi, grandissimo nome in pista è quello di David Rudisha. Il primatista del mondo degli 800 metri avrà come principali avversari i connazionali Cheruiyot, Kynior e Kipketer  oltre al botswano Nijel Amos, che potrebbe scendere anche sotto 1’41”.

Nell’Athletissima sarà presente anche il bicampione olimpico Mo Farah, impegnato nei 5000 metri per la prima volta nel 2015. Il naturalizzato britannico infatti, si è cimentato in stagione anche in gare più lunghe come la mezza maratona di Lisbona, scendendo anche sotto l’ora.

 

Interessantissima è anche la gara del giavellotto maschile con il keniano Julius Jego chiamato a confermare lo straordinario 91.39 del 7 giugno scorso. Con un risultato del genere l’unico che potrebbe impensierirlo è il finlandese Tero Pitkamaki, a caccia di una misura oltre i 90 metri.

Dopo il clamoroso sesto posto nella sua Parigi, Renaud Lavillenie è atteso al riscatto nella gara di salto con l’asta, dove è l’unico atleta a superare quota 6 metri in stagione.

 

L’unico italiano in gara è Fabrizio Donato che nel salto triplo proverà a mettersi tra due fenomeni assoluti come il cubano Pichardo e lo statunitense Taylor, entrambi oltre i 18 metri. Si preannuncia un possibile attacco al mitico record del Mondo? Gara di elevatissimo spessore tecnico dopo quanto fatto vedere in questo avvio di stagione.

Tra le donne, Allyson Felix è la favoritissima della gara dei 200 metri. La statunitense, infatti, è l’unica con uno stagionale inferiore ai 22″ e dovrà vedersela con le connazionali Dezera Bryant e Jeneba Tarmoh.

Sfida a tre nel salto in alto tra la svedese Erika Kinsey, la croata Blanka Vlasic e la spagnola Ruth Beitia, con l’asticella che potrebbe superare anche i 2 metri.

Ci si aspettano grandi cose anche nel salto in lungo con la statunitense Tianna Bertoletta, capace di un 7.12 ai Trials di Eugene.

Completano i quadro delle gare in programma il getto le peso, 400 ostacoli (uomini) e i 100 ostacoli, lancio del disco, 3000 siepi, 400 metri e 1500 metri (donne).

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top