Beach volley. Il pagellone. Ranghieri best player a Gstaad

ranghieri-carambula-11.7.2015.jpg

Alex Ranghieri 9: semifinale e best player del torneo di Gstaad, roba grossa!!! Sabato la giornata perfetta del beacher friulano che complessivamente piazza 52 muri, mette a segno quasi 200 punti e rischia di diventare la rivelazione dell’anno nel world tour.

Adrian Carambula 8.5: meno straripante del compagno di squadra ma comunque fortissimo, solido, frizzante. Paga dazio contro Alison/Bruno ma è in buona compagnia di questi tempi. Una ventata di aria fresca per tutto il beach azzurro, non ci stancheremo di ripeterlo.

Lupo/Nicolai 7: la semifinale resta un tabù ma il quinto posto a Gstaad è comunque un risultato positivo. La vittoria con Samoilovs/Smedins rinverdisce i ricordi più dolci, il primo set con Brouwer/Meeuwsen (ma anche la rimonta subita nel secondo) sono invece i momenti da dimenticare del torneo svizzero.

Menegatti/Orsi Toth 6,5: illudono e si illudono di poter tornare a tiro del podio ma ancora una volta gli ottavi sono fatali per la coppia azzurra. Un passo avanti verso Rio ma niente salto di qualità di gioco e personalità nonostante ottime premesse.

Caminati/Rossi 7.5: non finiscono mai. Fallito di un soffio l’ingresso nella prima Major della carriera ma non si perdono d’animo, entrano in scena a Vaduz, finiscono nel tabellone perdenti e risalgono fino alla finale. Provano l’ennesima rimonta ma stavolta la vittoria va alla coppia tedesca. Bravi e coriacei, quello che ci vuole per l’azzurro.

Ingrosso/Ingrosso 6: il minimo sindacale c’è e non è roba da poco. Entrano in main draw a Gstaad, giocano per lunghi tratti alla pari con Herrera/Gavira, trionfatori a Mosca, poi però nella sfida decisiva per il passaggio del turno perdono con Henriquez/Fanè, coppia alla loro portata. Stavanger è lontana…

Michienzi/Lupo 7.5: concedono il bis tricolore e, se per il Lupo più grande non è una novità, per Michienzi lo è nonostante un’età non più giovanissima (28 anni) e indubbie qualità tecniche. L’alchimia si è creata immediatamente come fu lo scorso anno tra Lupo e Vanni.

Vanni/Tomatis 7: metti assieme due ottimi giocatori e ottieni subito ottimi risultati… Manca ancora qualcosa per vederli sul gradino più alto del podio come a Fregene ma se ci credono possono diventare una delle coppie di riferimento del movimento italiano. In parte lo sono già.

Cicolari/Momoli 8: come ha scritto qualcuno “fanno un altro sport”… Nessuna delle rivali a Casalvelino riesce a superare i 13 punti in uno dei dieci set giocati. Mai visto! È solo dopo una settimana di allenamenti “veri”. L’Italia ha una seconda coppia di livello internazionale, è ufficiale. Basta aprire occhi e mente…

Giombini/Toti n.g.: due qualificazioni fallite dopo i tanti quarti posti più o meno soddisfacenti ma anche qualche problema fisico che rende ingiudicabile la settimana nera delle azzurre.

Bonifazi/Allegretti 8: la ricerca spasmodica di qualche nome nuovo al femminile prosegue e stavolta l’obiettivo è puntati su queste due ragazze che raggiungono la finale tricolore di Casalvelino. Grandissimo torneo in attesa di conferme.

Le giovani leve del beach volley femminile 7: qualcosa si muove, finalmente… A Casalvelino Micheletti, Pastorino, Lantignotti, Dalmazzo, Fasano fanno vedere belle cose. La speranza è che non resti un lampo nel buio.

Lascia un commento

Top