Basket, Serie A 2015/2016: rivoluzione a Milano, Sassari aspetta Logan e a Reggio Emilia è sempre Casa Italia

basket-pietro-aradori-italia-montenegro-torneo-skopje-fip-fb.jpg

La regina del mercato estivo del pallacanestro italiana è certamente l’Olimpia Milano. Una rivoluzione incredibile quella della formazione del capoluogo lombardo, cominciata con l’arrivo in panchina di Jasmin Repesa al posto di Luca Banchi e con la decisione della società (tornato come presidente Livio Proli) di fare “piazza pulita” di quasi tutto il roster che lo scorso anno ha deluso le aspettative, fallendo tutti gli obiettivi.

Sono solo due i confermati,  Alessandro Gentile e Bruno Cerella. Il primo è alla base del nuovo progetto e ha appena rinnovato il contratto fino al 2018, rifiutando un ricco contratto offerto dal Barcellona e accantonando per ora il sogno Nba; mentre il secondo è un idolo per i tifosi ed è uno dei pochissimi ad essersi salvato dal disastro della scorsa stagione.
Una Milano, dunque, cambiatissima e che ha già fatto nove acquisti. In cabina di regia si alterneranno Oliver Lafayette (Repesa lo conosce benissimo avendolo allenato con la Croazia) ed Andrea Cinciarini, che lascia Reggio Emilia per giocarsi l’opportunità della carriera in una piazza importante e che gli permette di disputare l’Eurolega. Rivoluzione totale anche nel reparto lunghi (addio a Melli e Samuels) dove c’è stato il ritorno di Gani Lawal (strappato all’ultimo a Sassari) e l’arrivo di Milan Macvan, James McLean e Riccardo Cervi. La guardia americana sarà Charles Jenkins, ma sono in arrivo altri due giocatori (uno sarà comunitario). L’EA7 ha pensato anche al futuro riportando Andrea Amato a casa e prendendo Andrea La Torre, già girato a Biella per fare esperienza.

Tutto ancora in costruzione in quel di Sassari. I Campioni d’Italia in carica prima di tutto devono pensare alla conferma di almeno una parte del roster della scorsa trionfale stagione. Sicuramente non ci sarà più Shane Lawal, già volato in quel di Barcellona, e all’orizzonte non sembrano esserci conferme sui rinnovi di David Logan e Jerome Dyson, i due grandi protagonisti dello storico Tricolore. Un  eventuale mancato rinnovo è comunque già stato coperto in parte con gli arrivi di Rok Stipcevic e quello di MarQuez Haynes, ma certamente perdere entrambi i giocatori non farebbe certamente piacere a Meo Sacchetti, che spera almeno nella conferma di almeno uno dei suoi leader. Non ci saranno più Kadji (firmato con Brindisi) e Rakim Sanders, colui che ha portato Sassari al supplementare in gara 7 contro Milano, che verrà rimpiazzato dall’ex Varese Christian Eyenga.

Reggio Emilia, finalista la passata stagione, si conferma comunque una dolce casa per i giocatori italiani. Persi Cinciarini e Cervi, entrambi andati a Milano, sono arrivati Pietro Aradori, Stefano Gentile ed Andrea De Nicolao, che si uniscono ad Amedeo Della Valle ed Achille Polonara, per quel gruppo tutto azzurro sul quale coach Menetti punta tantissimo. Drake Diener ha salutato dopo una stagione con troppi alti e bassi, dovuti anche ai troppi infortuni, mentre in fase ancora di trattativa c’è il rinnovo per Kaukenas e Lavrinovic, due tasselli fondamentali per non smantellare completamente una squadra andata per tre volte ad un solo possesso dal riscrivere la sua storia.

Siamo ancora ai primi mesi e quindi molte squadre devono ancora muoversi attentamente sul mercato e lo faranno magari in queste settimane, soprattutto per quanto riguarda gli americani, dopo i numerosi viaggi dei vari dirigenti alla Summer League 2015. Alcune formazioni si sono comunque già mosse con largo anticipo ed è il caso di Venezia, che ha saputo riconfermare alcuni prezzi pregiati della scorsa stagione, soprattutto Phil Goss, e poi ha acquistato giocatori importanti come Josh Owens da Trento e Mike Green, tornato in Italia dopo la parentesi in Francia al Paris Levallois.

Anche Brindisi è già a buon punto per quanto riguarda gli “americani”, avendo comprato, come già detto, Kadji da Sassari, poi Durand Scott e il play Scottie Reynolds. Ottimi colpi anche per Cremona, che ha preso proprio dall’Enel, Elston Turner e poi la guardia Deron Washington; mentre restando in ottica Italia potrebbe tornare nel nostro campionato Peppe Poeta, che Trento prova a trattare come nel caso di Matteo Soragna, altro veterano del nostro campionato, che sa regalare minuti di qualità ed affidabilità.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB della FIP

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top