Volley, World League – Italia per il riscatto! A caccia della rivincita di prestigio: Serbia a Bologna

Volley-Italia-Fonte-FIVB.jpg

, Australia v Italy World League, 29/5/15


Oggi pomeriggio (ore 18.00, diretta tv su RaiSport1) l’Italia cerca riscatto nella gara2 del secondo weekend della World League 2015 di volley maschile.

Gli azzurri sono reduci dalla sconfitta per 3-1 patita venerdì contro la Serbia e vogliono immediatamente rialzarsi nella rivincita concessa dagli slavi al PalaDozza di Bologna.

 

L’altro ieri gli uomini di Mauro Berruto hanno giocato alla pari con i ragazzi di Grbic (alla sua prima vittoria da CT), pagando però i troppi errori nei momenti decisivi, un muro fiacco e un servizio che ha prodotto troppi falli. Parziali decisivi sempre col minimo scarto, a Dragan Travica e compagni è mancato quel quid in più di esperienza per portare a casa l’incontro.

Già da stasera servirebbe un bel cambio di passo, qualche miglioramento negli automatismi e ancora più convinzione per tornare a vincere un match contro una big del circuito, per non chiudere il debutto stagionale in casa senza regalare un sussulto di gioia al caldissimo popolo che ama il volley maschile (6400 spettatori all’Adriatic Arena di Pesaro, atteso il pienone anche nel capoluogo emiliano).

Bisognerà evitare i noti black out e conservare al meglio tutti i vantaggi: quel 14-11 del secondo set di venerdì pesa ancora sul groppone degli azzurri. Migliorare la fase break sarà logicamente necessario per spingere fino in fondo.

 

La Serbia cerca il secondo successo consecutivo in World League, dopo i due ko subiti in Brasile, con cui ci scavalcherebbe in classifica. Atansijevic e compagni si sono dimostrati più avanti di noi a livello di preparazione, sono stati più puliti nei momenti topici, bravi a sfruttare al meglio le loro armi migliori. Si presentano con formazione tipo ma non sono mai stati decisamente superiori.

In un classico derby, vista la quantità di giocatori serbi che militano in Italia, bisognerà vedere quale sarà il sestetto titolare scelto da Berruto. L’altro ieri il rush finale con uno scatenato Zaytsev e il rientrante Birarelli ha emozionato, senza nulla togliere ai volti nuovi e ai giovani che hanno vestito la casacca della Nazionale nelle ultime occasioni. Travica si conferma gran capitano in cabina di regia, al centro Anzani e il debuttante Mengozzi devono migliorarsi, Lanza imprescindibile di banda. Opposto bene Luca Vettori quando ha potuto profondere il massimo sforzo: vedremo stasera. Il libero Massimo Colaci è stato il miglior azzurro in campo venerdì sera: a lui le chiave delle retroguardia.

Lascia un commento

Top