Tiro con l’arco: Italia, da Baku a Copenaghen…con ottimismo!

Fitarco_arco_Sartori_Tonetta_Vaaleva.jpg

Se c’era bisogno di una scossa, con i Giochi Europei di Baku potrebbe essere finalmente arrivata.

E’ una squadra rinfrancata infatti quella del tiro con l’arco azzurro, che dall’Azerbaijan torna con un bottino di due medaglie d’oro e tante buone cose fatte finalmente vedere.

In vista dei decisivi Mondiali di Copenaghen, tra meno di un mese, valevoli soprattutto in ottica di qualificazione olimpica, Wietse Val Alten e il suo team possono guardare con rinnovato ottimismo alla vetrina planetaria.

Al maschile si è chiaramente intuito che in questo momento, e non solo, il nostro punto di riferimento ha il nome ed il cognome di Mauro Nespoli, con alle sue spalle un prospetto giovane ed interessante quale David Pasqualucci che per crescere ulteriormente avrà bisogno anche dei consigli di un Michele Frangilli attualmente in difficoltà, ma comunque sempre portatore di molta esperienza; senza dimenticare che in organico c’è un certo Massimiliano Mandia pronto a far vedere tutto il suo talento.

Il comparto femminile invece, vive di equilibri forse meno pronunciati: attualmente Guendalina Sartori è l’arciere più costante, con Natalia Valeeva che comunque ha dimostrato di sapere ancora il fatto suo, soprattutto nella competizione di Mixed Team; mentre Elena Tonetta è stata capace di sfruttare al meglio la ribalta di una rassegna internazionale per ottenere una importante medaglia che la possa far crescere in consapevolezza ed autostima al pari magari di Sara Violi e Claudia Mandia, che in questa nazionale stanno entrando gradualmente.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Fitarco

Lascia un commento

Top