Tennis, Wimbledon 2015: Italia l’erba è quasi sempre indigesta, ma Giorgi e Seppi ci fanno sperare

tennis-camila-giorgi-hertogenbosch-fb-supertennis.jpg

Wimbledon per tradizione non è mai stato lo Slam preferito dai tennisti azzurri ed anche in questa edizione le speranze per il nostro tennis di far bene ai The Championships sono comunque risicate e riposte solo su alcuni giocatori.

Nel settore femminile fari puntati su Camila Giorgi, che per caratteristiche e stile di gioco è certamente la più adatta all’erba londinese. Finalmente la marchigiana si è anche sbloccata, vincendo il suo primo titolo Wta della carriera ad Hertogenbosch. Una vittoria che ovviamente le mette pressione in vista di questo Wimbledon, dove si attende la definitiva consacrazione di un talento fin troppo discontinuo.

Chi non ha mai avuto un bel rapporto con l’erba è certamente Sara Errani, che su questa superficie paga carissimo il suo servizio ed un gioco certamente difensivo e poco potente. La bolognese come ogni volta lotterà, ma sarebbe sbagliato aspettarci un risultato importante da lei. Flavia Pennetta, invece, potrebbe fare bene, ma la brindisina è un’incognita, perchè non ha certamente brillato nei tornei di preparazione a Wimbledon, ma lei negli Slam sa dare sempre quel qualcosa in più.

Sperano in un tabellone fortunato Karin Knapp e Roberta Vinci, due giocatrici che sull’erba sanno esprimere un ottimo gioco e che dunque si affidano anche alla buona sorte nel sorteggio di domani.

Passiamo al maschile dove la nostra miglior carta da giocare è Andreas Seppi. L’altoatesino è l’unico tennista italiano capace di vincere in carriera un torneo sull’erba (Eastbourne) e anche in queste ultime settimane si è ben comportato su questa superficie, raggiungendo la finale nel torneo di Halle, perdendo poi in due set combattuti da Roger Federer. A Nottingham, complice forse anche un po’ di stanchezza, è uscito subito al secondo turno, ma le sensazioni sono comunque positive e l’infortunio delle scorse settimane sembra davvero ormai alle spalle.

Un giocatore che puó far bene e che si augura anche lui un po’ di fortuna nel sorteggio è Simone Bolelli. Il bolognese è ai quarti di finale nel torneo di Nottingham e sembra attraversare un ottimo periodo di forma. Il servizio e il dritto di Simone sono colpi che sull’erba possono fare molto male.

Chiudiamo con Fabio Fognini, che si presenta a Wimbledon senza aver mai disputato in stagione una partita sull’erba. Il ligure non hai mai brillato nello Slam londinese e arriva con pochissima pressione e proprio questa poca attesa potrebbe agevolarlo e fargli raggiungere anche un buon risultato.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

Foto da pagina Fb di Supertennis

andrea.ziglio@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top