Rugby seven, Grand Prix Series: l’Italia si rialza un po’ a Lione, bis della Francia

1604984_854353397986333_4884995883743955615_n.jpg

L’Italseven maschile reagisce dopo il negativo esordio di Mosca e dimostra ben altro passo nella seconda tappa delle Grand Prix Series, il circuito europeo che attiribuirà un pass per le Olimpiadi di Rio 2016. A Lione, gli azzurri chiudono il torneo all’ottavo posto, migliorando sia nella forma che nella sostanza lo scialbo 11esimo posto di una settimana fa, nonostante la giornata odierna non abbia regalato gioie con tre sconfitte su tre partite giocate.

Gli uomini di Andy Vilk, nella corsa al Plate (piazzamenti dal quinto all’ottavo posto), sono stati infatti battuti anche piuttosto nettamente dall’Inghilterra prima (26-0) e dal Portogallo (21-5), dopo che BergaMirko&co. avevano sciupato una ghiotta occasione per l’accesso alle semifinali. Nei quarti, infatti, il carnefice degli azzurri è stato il Belgio, capace di superare la nazionale italiana per 12-0 confermando come lo scenario continentale del Sevens stia diventando sempre più variegato. Ma passiamo alle note positive, ovvero le due vittorie di ieri nel girone, ottenute contro gli stessi portoghesi (10-17) e contro la Georgia, superata per 0-19, che hanno permesso ai nostri di chiudere al secondo posto il raggruppamento. Difficile, invece, aspirare a qualcosa di più contro la forte Francia, dominante per 21-0.

Transalpini che poi hanno nuovamente messo il sigillo sul torneo, così come una settimana fa a Mosca. I Bleus, in finale, hanno sconfitto la Spagna (a proposito di rugby seven sempre più differenziato) per 20-7 e confermano di essere la squadra europea con più chance di qualificarsi a Rio.

Risultati

Finale
Francia – Spagna 20-7
Finale 3-4 posto
Germania – Belgio 21-26
Semifinali
Francia – Germania 28-14
Spagna – Belgio 24-5

TUTTI I RISULTATI DELLA TAPPA

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top