Pallanuoto, Super Final World League 2015: Italia-Australia 7-5, le pagelle del Settebello

10556262_704614622985955_8385207330192863189_n1-e1435089375839.jpg

Si è concluso con una bella vittoria l’esordio del Settebello nella Super Final di World League scattata oggi a Bergamo. Nella piscina di casa gli azzurri hanno sconfitto in rimonta per 7-5 l’Australia nella prima partita della Pool B. Andiamo a vedere le pagelle dei ragazzi guidati da Sandro Campagna.

Stefano Tempesti, voto 7: ordinaria amministrazione per il capitano azzurro, solita performance di alto livello che ormai non stupisce più. Nella prima metà di gara non può nulla sulle tre reti australiane, si rimprovera invece sulla quinta rete oceanica (comunque inutile ai fini del risultato).

Francesco Di Fulvio, voto 5: uno degli uomini più in ombra oggi. Non è la sua giornata e lo si vede sin dal primo quarto. Poco attivo in fase offensiva, servirà un cambio di passo già domani.

Alessandro Velotto, voto 6,5: solita performance solida in difesa. Superata la metà vasca si vede poco.

Pietro Figlioli, voto 6,5: nella prima metà di gara non trova bene le misure con la porta. Sembra quasi non voler infierire contro la sua ex nazionale. Ad inizio quarto periodo però arriva l’attesa rete con la solita botta dalla distanza.

Alex Giorgetti, voto 7: rispetto al suo “gemello del gol” segna una rete in più. E’ però molto più decisivo: le sue segnature ad inizio terzo quarto valgono l’inizio della rimonta azzurra, culminata con il successo.

Andrea Fondelli, voto 5: stesso discorso fatto con il compagno di squadra alla Pro Recco Di Fulvio. Si vede pochissimo, forse paga l’esordio in casa. Giocatore fondamentale nello schieramento di Campagna, lo aspettiamo già domani sui suoi standard.

Nicholas Presciutti, voto 6,5: rispetto ai suoi giovani compagni di reparto si fa vedere di più, soprattutto in controfuga. A segno sul finale di terzo quarto in superiorità.

Valentino Gallo, voto 6: partita sufficiente per il mancino siciliano. Da un giocatore come lui ci si aspetta sempre di più.

Niccolò Gitto, voto 6,5: solito lavoro oscuro per il difensore della Pro Recco, tornato in nazionale in una competizione importante a distanza di anni.

Stefano Luongo, voto 6: stecca la prima parte di gara, si rifa leggermente sul finale, siglando anche la rete del 5-3. Come detto per gli altri: ci si aspetta di più.

Matteo Aicardi, voto 7,5: il migliore degli azzurri. Indomabile al centro dell’area avversaria, gli australiani sono costretti o a fermarlo con un fallo o a lasciargli spazio e, quando lo fanno, vengono puniti per due volte. Fondamentale anche in fase difensiva.

Fabio Baraldi, voto 6,5: non fa rimpiangere l’assenza di Aicardi nei momenti di pausa del centroboa recchelino e si fa vedere con una buona performance.

Marco Del Lungo, s.v.: non entrato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: FIN

Lascia un commento

Top