Pallanuoto femminile, World League: il Setterosa paga ancora l’Olanda, ma è competitivo

4263c69eec2c7ef1f3f90a43beee5c40_XL1.jpg

Non è finita come ci si aspettava probabilmente. La nazionale italiana di pallanuoto femminile, seconda lo scorso anno, ha chiuso al settimo posto le Super Finals di World League, battuta dall’Olanda nei quarti di finale.

Un risultato probabilmente ingiusto, dopo che la squadra italiana era passata seconda nel girone, per quanto fatto vedere dalla squadra del CT Fabio Conti. Le olandesi sono ormai l’incubo della nazionale azzurra, che contro le Orange ha dovuto fare i conti anche lo scorso anno agli Europei, perdendo in semifinale e dovendo così dire addio alla medaglia.

Questo il commento del CT Conti sul torneo: “Per quanto riguarda il gioco e l’impegno è andato tutto secondo le previsioni e in queste due settimane in Cina, nel torneo a Kunshan prima e nella World League a Shanghai dopo, la squadra ha continuato a lavorare. Siamo venuti qui con una sola settimana di preparazione per testarci in dieci partite di livello e in tutte abbiamo giocato alla pari e dimostrato di poter competere anche in situazioni difficili. In alcune abbiamo commesso qualche errore di troppo, in altre siamo stati più attenti. Dispiace per il risultato che sarebbe potuto essere differente se soltanto fossimo riusciti a battere l’Australia, cosa che avremmo certamente meritato. Abbiamo  indicazioni chiare su ciò che dovremo fare da qui ai mondiali. Rientriamo in Italia, e dopo qualche giorno a casa, riprenderemo a lavorare in vista dei campionati del mondo che rappresentano l’obiettivo principale della stagione”. 

La fase calda della stagione non è ancora alle spalle. A fine luglio, infatti, si svolgeranno i Campionati del Mondo in quel di Kazan e il Setterosa ha dimostrato di potersela giocare con tutti fino alla fine e si presenterà alla rassegna iridata conscio sia delle proprie possibilità sia delle potenzialità delle squadre avversarie. La strada verso la Russia prosegue, nonostante qualche passo falso e qualche situazione da sistemare per ottenere il massimo da un gruppo che merita risultati pesanti.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Lascia un commento

Top