Olimpiadi invernali: rivoluzione Pyeongchang 2018. 6 nuove discipline, fuori il PSL di snowboard!

Pyeongchang-2018.jpg

Il CIO ha annunciato grandi novità in vista dei Giochi Olimpici invernali di Pyeongchang 2018. In Corea del Sud, infatti, il calendario a cinque cerchi degli sport della neve e del ghiaccio subirà diverse variazioni, con il numero di medaglie assegnate e di atleti presenti che aumenterà.

Si aggiungono diverse prove miste. Nello sci alpino verrà integrato infatti il famoso team event, la prova a squadre in parallelo che già da tempo fa parte del calendario dei Mondiali e delle finali della Coppa del Mondo. Grande novità anche per il curling, che assegnerà non solamente le tradizionali medaglie maschili e femminili, ma anche quella delle coppie miste, una disciplina che da tempo ha un proprio Campionato Mondiale a sé stante.

Due nuove prove faranno anche parte del programma dello speed skating, che assegnerà le medaglie della mass start sia al maschile che al femminile, una gara particolarmente cara ai pattinatori italiani. Cambia, infine, il programma dello snowboard, con la cancellazione delle prove di slalom parallelo, presenti a Sochi 2014 ma considerate come un doppione del gigante parallelo, in favore delle evoluzioni del big air, anche in questo caso sia in versione maschile che femminile.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

2 thoughts on “Olimpiadi invernali: rivoluzione Pyeongchang 2018. 6 nuove discipline, fuori il PSL di snowboard!”

  1. ale sandro scrive:

    Non finirò mai di ripetere che ,per me, la politica del CIO di sconvolgere le carte a quadriennio iniziato, è una delle cose che danneggiano di più sport, addetti ai lavori e appassionati. Anche a livello invernale, dove il numero delle competizioni è decisamente limitato rispetto ai Giochi Estivi, si preferisce introdurre gare per toglierne altre, invece di aggiungere e basta (basta anche con sta storia di contingenti atleti!).
    Mi chiedo l’utilità a questo punto di aver introdotto il PSL solo nell’ultima edizione per poi disfarsene la volta dopo, tra l’altro una delle gare storiche del panorama mondiale ,visto che c’è da sempre nella competizione iridata. Bene se non altro la conferma delle mass start di pattinaggio velocità, prevedo una nuova ondata di ‘rotellisti’, le possibilità azzurre tra Lollobrigida e Francolini ci sono tutte per andare forte.
    Il Team Event ce lo aspettavamo…bisognerà cominciare a curare i paralleli, sempre che ce ne siano a sufficienza in Coppa, e soprattutto senza limitazioni di ranking ridicole per parteciparvi.

  2. Francesco III d'Este, duca di Modena scrive:

    my god, il team event no!!!! T.T

Lascia un commento

Top