MotoGP, il duello Rossi-Lorenzo riparte dalla Catalogna

Valentino-Rossi-3-FOTOCATTAGNI.jpg

Si torna in Spagna, a Barcellona per vivere un’altra puntata del duello in casa Yamaha, di questo bizzarro Motomondiale 2015, tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. I punti di vantaggio, in classifica generale, del pesarese ormai sono solo sei, ma più che i numeri, ciò che spaventa l’italiano è lo stato di forma che il ventottenne di Maiorca ha dimostrato di possedere nelle ultime settimane. Tre vittorie consecutive senza mai rischiare, attaccando da subito i suoi avversari e creando un gap impossibile da recuperare, per poi controllare nella seconda parte di gara, prendendo sempre più la consapevolezza che il vero Lorenzo ha tutte le carte in regola per stare davanti a tutti.

Il circuito di Catalogna misura quattro chilometri e settecento metri, presenta tredici curve di cui otto a destra e cinque a sinistra, e la velocità di punta, raggiunta nel rettilineo lungo più di un chilometro, è di trecentoquarantasei chilometri orari, raggiunta da Andrea Dovizioso lo scorso anno. Qui, appena un anno fa vinse Marc Marquez, invincibile sulla sua Honda quanto in enorme difficoltà oggi, staccato quarantanove punti dalla testa della classifica, e incapace di trovare uno stile di guida meno irruente che gli permetta di trovare gli equilibri giusti per sviluppare in maniera corretta la sua moto. 

Nella classe regina, le vittorie di Valentino Rossi su questo tracciato sono sei, l’ultima datata 2009, mentre Lorenzo è salito sul gradino più alto del podio per ben tre volte, di cui l’ultima nel 2013. La scelta delle gomme da parte della Bridgestone, la quale ha escluso anche per il secondo appuntamento spagnolo la extra-hard, favorirà sicuramente Lorenzo, il quale ha già dimostrato di trovarsi meglio con gli altri tipi di mescola, anche se difficilmente a Barcellona vedremo un Rossi battuto, consapevole di non possedere più il grande vantaggio di qualche settimana fa e obbligato a ritrovare in fretta la via della vittoria.

Chi sarà un’incognita in questo weekend sono le Ducati di Andrea Iannone e Andrea Dovizioso. I due piloti italiani sono apparsi piuttosto in forma, nonostante i problemi che hanno costretto Dovizioso al ritiro nell’ultimo appuntamento, ma negli ultimi anni, la Rossa di Borgo Panigale non ha mai raggiunto grossi risultati a Montmelò, se si esclude la vittoria di Stoner nel 2011. Chi ancora una volta potrebbe stupire è Iannone, vincitore su questo tracciato già due volte, la prima nel 2009 in 125, la seconda nel 2012 in Moto2.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

enrico.giorgi@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top