MotoGP, GP Italia 2015: le pagelle. Lorenzo ‘martillo’, Rossi in difficoltà

oa-logo-correlati.png

Ecco le pagelle dei piloti MotoGP dopo il Gran Premio d’Italia 2015, svoltosi sul circuito toscano del Mugello:

Jorge Lorenzo, 10: lo spagnolo della Yamaha é davvero in un momento di grazia e porta a casa la terza vittoria consecutiva. Domina dalla prima curva al rettilineo finale, transitando al traguardo con più di cinque secondi e mezzo su Iannone secondo. Inavvicinabile.

Andrea Iannone,  9,5: spalla ancora malconcia per il pilota Ducati infortunatosi proprio su questa pista circa tre settimane fa. Soffre, lotta e vince il duello con Marquez costringendolo ad andare oltre le sue possibilità,  poi alza il ritmo e riesce a tenere un Rossi in grande rimonta a debita distanza.  Un grandissimo risultato per un grandissimo talento.

Valentino Rossi, 8: solita gara di quest’anno, parte male e resta nelle retrovie,  poi scaldate le gomme inizia a girare su tempi importanti, ricucendo lo strappo con quasi tutti i piloti davanti. Sorpassato Pedrosa vorrebbe attaccare il secondo posto ma è lontano e manca troppo poco. Sei punti di vantaggio su Lorenzo adesso preoccupano e non poco. Serve migliorare in qualifica.

Dani Pedrosa, 7,5: velocissimo sin da subito,  “Camomillo” si accoda al treno Ducati del quale fa parte anche il suo compagno. Una volta caduto Marquez e rientrato ai box Dovizioso per problemi tecnici si trova virtualmente sul podio. Prova a difendersi sugli attacchi di Rossi, ma alla fine è costretto ad abdicare.

Marc Marquez, 5: una pessima qualifica lo obbliga agli straordinari. Super partenza e primi giri nei quali lotta carena contro carena con le Ducati. Sorpassa Iannone, ma non ha il ritmo per andare via. La sua Honda inizia ad accusare qualche problema, ma lui continua a spingere finché non perde l’anteriore e si sdraia sulla ghiaia.

Andrea Dovizioso, 6: si ritira per problemi di difficile comprensione da parte del team, ma fino a quel momento non girava affatto male. Avrebbe probabilmente faticato a tenere dietro il “Dottore”,  ma quantomeno ci avrebbe provato. Peccato, era il Gran Premio di casa.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

enrico.giorgi@oasport.it

Foto: Ducati

Lascia un commento

Top