Moto3, GP Catalogna 2015: ultima chiamata per Fenati e Bastianini

oa-logo-correlati.png

La settima tappa del Motomondiale 2015 si disputerà sul circuito di Barcellona, e nella categoria Moto3 potrebbe essere l’ultima vera chiamata per gli italiani, nel tentativo di impensierire il leader della classifica generale Danny Kent, in grado anche al Mugello, in condizioni piuttosto difficili, di mandare un segnale di enorme superiorità ai suoi avversari. I due azzurri, primi inseguitori del britannico della Honda Leopard, sono Enea Bastianini e Romano Fenati, apparsi in forma nel corso delle ultime settimane, anche se entrambi beffati nel Gran Premio italiano oltre che dallo stesso Kent anche da Miguel Oliveira.

Molto differenti sin qui i percorsi dei due nostri piloti, con Bastianini bravo a partire sin dal primo Gran Premio al massimo delle sue possibilità, come dimostrano il secondo posto del Qatar e il quarto ottenuto nelle Americhe, in difficoltà invece Fenati, il quale ha ottenuto due podi nelle ultime due gare disputate, dopo due ottavi posti, un sesto e un ritiro. 

Ma non ci saranno solo loro tre nel GP di Catalogna 2015, visto e considerato le straordinarie prestazioni, dovute ad una crescita esponenziale dai primi test invernali disputati, da parte di Francesco Bagnaia e Niccolò Antonelli. Spesso e volentieri in bagarre per salire sul podio, fin qui hanno sicuramente ottenuto meno di quello che meritavano, anche e soprattutto a causa della mancata esperienza che non ha permesso loro in determinati momenti di leggere le situazioni in maniera corretta.

Chi invece sarà costretto a dare un segnale di risveglio è Efren Vazquez.  Il compagno di squadra di Kent sta disputando una stagione al di sotto delle sue possibilità. Il quarto posto nella classifica generale del 2014 lo aveva messo di diritto tra i favoriti per la vittoria finale, anche grazie ad una moto davvero superiore a quelle dei suoi avversari, invece, il ventinovenne spagnolo si ritrova con soli sessanta punti conquistati sino ad oggi, quinto, staccato di sessantaquattro punti dal vertice.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

enrico.giorgi@oasport.it

Foto: pagina FB Niccolò Antonelli

Lascia un commento

Top