Judo, Europei Baku 2015: i tabelloni della terza giornata. Facente come nel Grand Slam?

Judo-Walter-Facente-IJF.jpg

La terza giornata dei Campionati Europei di judo 2015, inseriti all’interno del programma deiGiochi Europei di Baku 2015 vedrà impegnate sui tatami azeri le cinque categorie di peso più elevate, che chiuderanno così il programma delle competizioni individuali: 78 kg e +78 kg per le donne, 90 kg, 100 kg e +100 kg per gli uomini.

90 KG MASCHILE

TESTE DI SERIE
1. Krisztián Tóth HUN
2. Varlam Liparteliani GEO
3. Beka Gviniashvili GEO
4. Ilias Iliadis GRE
5. Kirill Denisov RUS
6. Kirill Voprosov RUS
7. Alexandre Iddir FRA
8. Aleksandar Kukolj SRB

I FAVORITI
Vincitore degli ultimi due titoli europei, il ventiseienne georgiano Varlam Liparteliani spera di realizzare il tris nonostante una stagione al di sotto dei suoi standard. La rivelazione del 2015 è infatti l’ungherese Krisztián Tóth, che a Baku sarà la testa di serie numero uno. Il giovane magiaro, classe 1994, ha particolarmente impressionato in occasione della sua vittoria al Grand Prix di Zagabria. Meno giovane ma sempre pericoloso, il greco Ilias Iliadis cercherà invece di far pesare la sua esperienza, come già avvenuto l’anno scorso, quando tornò a laurearsi campione mondiale.

L’AZZURRO
Walter Facente ha avuto la sfortuna di essere il primo judoka non testa di serie. Il ventottenne azzurro sfiderà, dopo un bye al primo turno, il polacco Patryk Ciechomski, ma già agli ottavi di finale potrebbe trovarsi contro il russo Kirill Denisov, uno dei pretendenti annunciati al podio. Facente, però, ha già realizzato una splendida prestazione a Baku, conquistando quest’anno il bronzo del Grand Slam azero. Che riesca a ripetersi ancora sui tatami della repubblica caucasica?

78 KG FEMMINILE

TESTE DI SERIE
1. Audrey Tcheuméo FRA
2. Anamari Velenšek SLO
3. Luise Malzahn GER
4. Marhinde Verkerk NED
5. Natalie Powell GBR
6. Guusje Steenuhuis NED
7. Victoriia Turks UKR
8. Abigél Joó HUN

LE FAVORITE
Campionessa europea in carica e vicecampionessa mondiale, la francese Audrey Tcheuméo sarà la favorita della prova nonostante qualche problema fisico patito ad inizio stagione. La venticinquenne, tra l’altro, vanta anche un altro titolo continentale vinto nel 2011. Tra le sue avversarie più accreditate ci sarà la slovena Anamari Velenšek, capace di farsi trovare quasi sempre pronta quando in palio ci sono le medaglie pesanti, mentre una out-sider di lusso potrebbe essere la britannica Natalie Powell, numero cinque del tabellone, ma molto convincente al World Masters di Rabat, dove ha vinto l’argento.

L’AZZURRA
Assunta Galeone cerca, a ventinove anni, una nuova dimensione. L’azzurra sta ottenendo risultati molto convincenti, con due quinti posti ai Grand Prix di Tbilisi e di Budapest, ultima prova prima degli Europei. Reduce da qualche acciacco fisico, Galeone potrebbe trovare il risultato che le manca proprio nell’appuntamento più importante, ma per farlo dovrà superarsi: dopo l’esordio con la padrona di casa Gunel Hasanli, dovrebbe infatti sfidare proprio la campionessa in carica Tcheuméo.

100 KG MASCHILE

TESTE DI SERIE
1. Lukáš Krpálek CZE
2. Elmar Gasimov AZE
3. Dimitri Peters GER
4. Karl-Richard Frey GER
5. Cyrille Maret FRA
6. Henk Grol NED
7. Martin Pacek SWE
8. Toma Nikiforov BEL

I FAVORITI
Il ceco Lukáš Krpálek ha vinto gli ultimi due titoli europei ed è anche l’attuale campione mondiale in carica. Nonostante qualche sconfitta inaspettata nella prima parte di stagione, il ventiquattrenne è il favorito d’obbligo per la conquista di una nuova medaglia d’oro. Il suo principale avversario sarà l’azero Elmar Gasimov, che potrà contare sull’appoggio del pubblico di casa. Già finalista perdente un anno fa, Gasimov è reduce dalla vittoria del World Masters di Rabat. La categoria potrebbe offrire ottime prestazioni anche alla Germania, con Dimitri Peters e Karl-Richard Frey.

L’AZZURRO
L’Italia sarà rappresentata dal ventiduenne campano Domenico Di Guida, campione europeo Under 23 in carica. Medagliato d’argento nell’European Cup slovena di due settimane fa, Di Guida combatterà al primo turno con il serbo Stefan Jurišić, e potrebbe poi trovarsi agli ottavi di finale contro il belga Toma Nikiforov. Un sorteggio non sfavorevole, visto che tra gli ottavi di finale possibili questo è sulla carta il più facile.

+78 KG FEMMINILE

TESTE DI SERIE
1. Franziska Konitz GER
2. Émilie Andéol FRA
3. Svitlana Iaromka UKR
4. Jasmin Külbs GER
5. Ksenia Chibisova RUS
6. Larisa Cerić BIH
7. Iryna Kindzerska UKR
8. Gülşah Kocatürk TUR

LE FAVORITE
Sulla carta, la lotta per le medaglie è riservata solamente alle migliori cinque o sei atlete del lotto, ma è davvero difficile pronosticare chi tra queste sarà la nuova campionessa europea della massima categoria di peso femminile. In base ai risultati di quest’anno, la tedesca Franziska Konitz può essere considerata come la principale indiziata alla conquista della medaglia d’oro, ma la francese Émilie Andéol non sarà disposta a cedere il suo titolo così facilmente. La Germania punta a conquistare due medaglie, visto che anche Jasmin Külbs ha le carte in regola per salire sul podio.

L’AZZURRA
La ventiduenne Elisa Marchiò ha ottenuto una medaglia d’oro all’African Open di Casablanca ad inizio stagione, un risultato mai ottenuto da un’azzurra in questa categoria. La veneta, però, dovrà alzare il suo livello in questa competizione che la vedrà esordire con la lituana Sandra Jablonskytė. In caso di vittoria, combatterebbe poi contro l’ucraina Iryna Kindzerska.

+100 KG MASCHILE

TESTE DI SERIE
1. Barna Bor HUN
2. Renat Saidov RUS
3. Roy Meyer NED
4. Adam Okruashvili GEO
5. Levani Matiashvili GEO
6. Daniel Natea ROU
7. Vlăduț Simionescu ROU
8. André Breitbarth GER

I FAVORITI
L’assenza del campionissimo Teddy Riner è probabilmente stata salutata con gioia da molti dei contendenti della categoria, che finalmente potranno aspirare a vincere una medaglia d’oro in una grande competizione. Il numero uno del tabellone sarà l’ungherese Barna Bor, finalista al World Masters di Rabat, ma se c’è un atleta che meriterebbe questo titolo, quello è Adam Okruashvili: il georgiano ha chiuso secondo nelle ultime due edizioni, battuto sempre da Riner in finale. Attenzione anche al russo Renat Saidov, vista l’ottima forma che stanno dimostrando gli uomini di Ezio Gamba.

L’AZZURRO
Convocato per gli Europei, Alessio Mascetti ha dovuto rinunciare per diversi problemi fisici. Non ci saranno quindi italiani in questa categoria.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top