Judo, Europei Baku 2015: i tabelloni della prima giornata. Giuffrida e Moscatt teste di serie

Judo-Odette-Giuffrida-Andreea-Chitu.jpg

Si apriranno domani mattina i Campionati Europei di judo 2015, inseriti all’interno del programma dei primi Giochi Europei. Sui tatami di Baku (Azerbaijan) combatteranno cinque categorie di peso: 48 kg, 52 kg e 57 kg per le donne; 60 kg e 66 kg per gli uomini.

48 KG FEMMINILE

TESTE DI SERIE
1. Éva Csernoviczki HUN
2. Monica Ungureanu ROU
3. Maryna Cherniak UKR
4. Dilara Lokmanhekim TUR
5. Charline van Snick BEL
6. Valentina Moscatt ITA
7. Julia Figueroa ESP
8. Irina Dolgova RUS

LE FAVORITE
L’ungherese Éva Csernoviczki cercherà di conquistare il suo terzo titolo continentale in questa categoria. La magiara partirà con i favori del pronostico, anche se quest’anno la rumena Monica Ungureanu ha ottenuto risultati molto convincenti, imponendosi, tra l’altro, proprio nel Grand Slam di Baku. Da notare l’assenza della francese Amandine Buchard, medagliata d’argento l’anno scorso.

L’AZZURRA
Valentina Moscatt sarà tra le teste di serie della competizione, e può puntare ad una medaglia. Esentata dal primo turno, l’azzurra partirà dagli ottavi di finale, dove incontrerà una tra la padrona di casa Aisha Gurbanli e la russa Kristina Rumyantseva, due atlete ampiamente alla sua portata. L’eventuale semifinale vedrebbe probabilmente Moscatt opposta all’ucraina Maryna Cherniak, medagliata di bronzo nella passata edizione: in questo caso, i precedenti vedono una sola vittoria dell’italiana in quattro scontri diretti.

60 KG MASCHILE

TESTE DI SERIE
1. Orkhan Safarov AZE
2. Amiran Papinashvili GEO
3. Beslan Mudranov RUS
4. Ilgar Mushkiyev AZE
5. Hovhannes Davtyan ARM
6. Tobias Englmaier GER
7. Vincent Limare FRA
8. Ludwig Paischer AUT

I FAVORITI
Il padrone di casa Orkhan Safarov partirà con i favori del pronostico sia per il fatto di trovarsi di fronte al proprio pubblico che per i risultati di questa prima parte di stagione, tra i quali spicca l’argento del World Masters di Rabat. Il ventitreenne dovrà vedersela soprattutto con il campione uscente, il russo Beslan Mudranov, e con il georgiano Amiran Papinashvili, argento lo scorso anno e vincitore del titolo nel 2013.

L’AZZURRO
Il giovane Carmine Di Loreto sarà chiamato a superarsi sin dal primo turno, quando troverà il britannico Ashley McKenzie, venticinquenne che ottenne un bronzo europeo due anni fa, mentre nella passata edizione si classificò quinto. In caso di successo, l’azzurro dovrebbe incontrare agli ottavi di finale la testa di serie numero sette, il francese Vincent Limare.

52 KG FEMMINILE

TESTE DI SERIE
1. Natalia Kuziutina RUS
2. Andreea Chițu ROU
3. Mareen Kräh GER
4. Annabelle Euranie FRA
5. Gili Cohen ISR
6. Yulia Ryzhova RUS
7. Odette Giuffrida ITA
8. Jaana Sundberg FIN

LE FAVORITE
In assenza della kosovara Majlinda Kelmendi, campionessa europea e mondiale in carica, la rumena Andreea Chițu partirà con i favori del pronostico. La vicecampionessa iridata ha vinto quest’anno il Grand Prix di Zagabria, ed è un’atleta in grado di farsi trovare quasi sempre pronta nei grandi appuntamenti. La testa di serie numero uno sarà però la russa Natalia Kuziutina, già tre volte medagliata d’oro continentale e ben cinque volte finalista. Vanta un titolo in carriera anche la veterana francese Annabelle Euranie, risalente a ben dodici anni fa.

L’AZZURRA
In base ai risultati recenti, Odette Giuffrida potrebbe tranquillamente essere annoverata tra le favorite, almeno in ottica podio. La giovane azzurra è salita sul podio nel World Masters di Rabat sconfiggendo atlete del calibro di Andreea Chițu e della tedesca Mareen Kräh, e può dunque aspirare decisamente ad una medaglia. Il suo percorso non sarà però privo di insidie: al primo turno dovrà combattere contro la veterana belga Ilse Heylen, classe 1977, mentre agli ottavi potrebbe sfidare la kosovara Distria Krasniqi, che tenterà di difendere i colori del suo Paese in assenza di Kelmendi. L’eventuale sfida dei quarti di finale potrebbe invece vederla opposta a Chițu.

66 KG MASCHILE

TESTE DI SERIE
1. Georgii Zantaraia UKR
2. Mikhail Pulyaev RUS
3. Dzmitry Shershan BLR
4. Colin Oates GBR
5. Nijat Shikhalizada AZE
6. Loïc Korval FRA
7. Sebastian Seidl GER
8. Kamal Khan-Magomedov RUS

I FAVORITI
Il ventisettenne ucraino Georgii Zantaraia è considerato da tutti come il grande favorito della categoria. Vincitore del Grand Prix di Zagabria e del World Masters di Rabat, Zantaraia vanta già un titolo europeo, che risale però a quattro anni fa. Il campione in carica è invece il francese Loïc Korval, che in stagione non ha però ottenuto grandi risultati, condizionato anche da una vicenda di giustizia sportiva che si è poi risolta in suo favore. Da non sottovalutare neanche il padrone di casa Nijat Shikhalizada, vincitore del Grand Slam di Baku e già medagliato di bronzo iridato, ma mai capace di salire su un podio europeo.

GLI AZZURRI
L’Italia schiererà due judoka in questa categoria. Il più esperto dei due, Elio Verde, ultimo medagliato italiano in sede europea, esordirà contro il moldavo Artiom Nacu, e poi potrebbe trovarsi a dover sfidare proprio l’idolo locale Shikhalizada. Emanuele Bruno, invece, combatterà contro il portoghese Diogo César, ed in caso di vittoria potrebbe incrociare la strada della testa di serie numero due, il russo Mikhail Pulyaev.

57 KG FEMMINILE

TESTE DI SERIE
1. Telma Monteiro POR
2. Corina Căprioriu ROU
3. Miryam Roper GER
4. Automne Pavia FRA
5. Sabrina Filzmoser AUT
6. Hedvig Karakas HUN
7. Laëtitia Blot FRA
8. Sanne Verhagen NED

LE FAVORITE
La vincitrice delle ultime due edizioni della competizione europea è la francese Automne Pavia. La ventiseienne medagliata olimpica, però, non ha combattuto molto quest’anno, ottenendo solamente la medaglia di bronzo al Grand Prix di Düsseldorf. Al contrario, si è messa in ottima luce la rumena Corina Căprioriu, vincitrice del Grand Slam di Baku e medagliata di bronzo al World Masters di Rabat. Non può di certo essere trascurata, poi, la portoghese Telma Monteiro, che vanta la bellezza di dieci medaglie continentali individuali, un primato tra tutti i judoka – uomini e donne – che parteciperanno a Baku 2015.

L’AZZURRA
La rappresentante azzurra della categoria sarà Giulia Quintavalle, campionessa olimpica a Pechino 2008, che però quest’anno non ha ancora ottenuto risultati convincenti. La livornese avrà la possibilità di rifarsi in sede europea, iniziando il proprio percorso contro la slovena Vlora Bedeti, atleta ostica ma accessibile per una Quintavalle in forma. In caso di vittoria, agli ottavi di finale si prospetterebbe una sfida con la rumena Căprioriu.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top